Ddl Pillon, Brignone: M5S non sacrifichi le donne su altare governo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
xpillon-riforma-thegem-blog-default.png.pagespeed.ic.QqMrK5m68W

“Il ddl Pillon va fermato e cestinato, senza alcuna possibilità di modifica. È un testo irricevibile e basta. Dopo mesi di finta discussione sui media, il provvedimento è tornato al Senato e la Lega è intenzionato ad approvarlo. Il Movimento 5 Stelle, almeno a parole, aveva detto di non volerlo votare: adesso non sacrifichi le donne sull’altare della tenuta del governo. Da parte nostra siamo già presenti ai presidi e continueremo la battaglia nelle Istituzioni e nelle piazze. Con Francesca Druetti abbiamo scritto il libro ‘I nostri corpi sono anticorpi’ e lo stiamo portando in giro per l’Italia proprio per rendere permanente questa mobilitazione, facendo informazione sul tema”. Lo dichiara la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, in merito al dibattito sul ddl Pillon.

“Il disegno oscurantista – aggiunge Brignone – vuole relegare le donne a casa, silenti anche di fronte alle violenze. Il ddl Pillon è un passo verso la realizzazione di un progetto sociale che vuole portare questo Paese indietro di decenni. Ma non ci riusciranno: troveranno un muro pacifico e colorato a fermarli”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

L’assessore Corsini: “Lavorare nel rispetto delle regole una garanzia per

Siamo all’ultima puntata di questa disamina di casistiche, desunte dalla

Zeynel Ozen, Garo Paylan, Imam Tascier, Erol Katircioglu e Ali

E’ terminato con uno strappo il tavolo a Palazzo Chigi

Se c’è una proposta per accelerare il pagamento dei debiti

Ultimate le operazioni di installazione del dispositivo che veicolerà informazioni

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.