ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

De Luca: “Riaprire un po’ alla volta per non dover richiudere”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
deluca

“La linea della Campania è: grande apertura e vicinanza a tutti, ma facendo in modo che, le cose che riapriamo, non dobbiamo richiuderle tra due settimane. Questa linea sta portando risultati davvero importanti per tutta la comunità campana, guardiamo con fiducia alle settimane che abbiamo davanti”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, spiegando che “siamo entrati in una fase che potremmo definire ‘la Campania verso la normalità'”. De Luca ha annunciato in un video una serie di incontri “di approfondimento” con le categorie “in maniera tale da poter dare indicazioni di merito anche al Governo”.

Il primo incontro si terrà giovedì 7 maggio “con ristoranti, bar, pasticcerie”, poi sabato 9 maggio “con il mondo dello sport”. La task force regionale incontrerà lunedì 11 “barbieri, parrucchieri, estetisti, balneari” e “proseguiremo così: la task force regionale – ha aggiunto – darà quotidianamente dei chiarimenti, delle puntualizzazioni, delle aperture ulteriori in situazioni che non presentano rischi particolari, cercheremo cioè di muoverci sulla linea che si è data la Campania: non perdere un minuto di tempo per agevolare la ripresa e l’economia, dare contributi a decine di migliaia di persone, facendo tutto questo un passo alla volta con l’obiettivo di favorire l’economia ma facendo in modo di non dover chiudere fra due settimane”, ha concluso.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

In occasione della nona edizione della Giornata Nazionale ADSI domenica

Una richiesta di referendum sul taglio dei parlamentari. Un’altra per

DAL VENETO ALLA CALABRIA, PMI UNITE E ALLEATE PER UN

Nel corso degli ultimi anni la diffusione delle tecnologie digitali

Un certo Jimmy Shoulder, perché considerato “troppo basso”. Jamie Vardy

Sulle politiche industriali il caos è totale. Quello che emerge

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.