Def: Importante impegno a incrementare fondi per scuola, università e ricerca

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
scuola

Il via della Camera alla risoluzione di maggioranza sulla Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza (Nadef) è un’ottima notizia per il Paese. In particolare ci preme rilevare l’impegno, fortemente voluto dal MoVimento 5 Stelle e condiviso da tutte le forze di maggioranza, a incrementare le risorse per l’istruzione e la ricerca scientifica e tecnologica, nonché rafforzare e sostenere il sistema scolastico. Un piano d’azione che guarda finalmente al futuro investendo sui giovani e sulla loro formazione e che si deve all’ottima sinergia tra le forze politiche di maggioranza e l’esecutivo.

Già nel parere espresso in commissione Cultura avevamo ribadito l’urgenza di valorizzare le nostre giovani eccellenze e il ruolo dei docenti, anche attraverso un riconoscimento economico e nuove assunzioni. Dobbiamo concentrare l’azione politica nel potenziamento della didattica di qualità, senza “classi pollaio” e con maggiori investimenti indirizzati all’edilizia scolastica, anche nell’ottica della creazione di ambienti adeguati alla didattica innovativa. Dobbiamo tutelare e includere efficacemente gli studenti con disabilità, contrastare la povertà educativa, garantire – come ha già annunciato il governo – l’accesso gratuito agli asili nido e ai micro-nidi e l’ampliamento dei posti disponibili, soprattutto al Sud, influendo positivamente sugli equilibri lavoro-vita privata delle famiglie.

In relazione all’Università e alla Ricerca abbiamo accolto con favore da un lato il potenziamento del sistema universitario soprattutto in riferimento all’accesso e al diritto allo studio, e dall’altro l’allineamento delle modalità di reclutamento ai migliori standard internazionali. La Commissione ha apprezzato le misure tese alla promozione della produzione artistica nazionale per il cinema, lo spettacolo e il settore dell’audiovisivo come pure il sostegno alle imprese culturali e creative e al turismo, nonché tutte le proposte tese ad assicurare un’adeguata protezione del patrimonio culturale e paesaggistico ed un più ampio accesso alle biblioteche ed agli archivi, utilizzando le più moderne tecnologie digitali. Molto importante anche l’obiettivo di valorizzare i piccoli musei in connessione con il rilancio dei piccoli borghi del Belpaese, quello di moltiplicare gli attrattori culturali e di promuovere la diplomazia culturale e la cooperazione con altri Paesi in questo ambito.

In merito allo sport è stata ampiamente condivisa la volontà di creare una connessione con il settore dell’innovazione, nonché tra percorso scolastico e formativo a favore di una maggiore partecipazione e della creazione di un senso di comunità. In questo contesto è centrale il ruolo dello sport di base, che deve conoscere una nuova stagione di rilancio anche attraverso l’utilizzo delle palestre scolastiche.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“DE LUCA GIOCA CON IL FUTURO DI 471 PERSONE” Stamattina

Come è noto, il Ceta è il trattato commerciale tra

Massima fiducia nel lavoro del presidente Giuseppe Conte, che oggi

CODACONS: ALLARME POVERTA’ ANCORA NON SUPERATO, IN 10 ANNI E

L’Istituto di Statistica ha diffuso la revisione generale quinquennale dei

La scrittrice inglese Edith Hall e la scrittrice turca Ece

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.