Delfini I delfini si trasmettono le tecniche di caccia l’un l’altro – Studio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
delfini

Sono uno degli animali più intelligenti al mondo, con una forma complessa di comunicazione e hanno il dono dell’autoconsapevolezza. Gli scienziati sanno che i mammiferi acquatici usano gli strumenti per giocare e persino per catturare le prede, qualcosa che i ricercatori pensano che imparino dalle loro madri.

I delfini si insegnano a vicenda come essere cacciatori migliori, afferma un nuovo studio condotto da un team internazionale di scienziati. Secondo la ricerca, pubblicata il 25 giugno sulla rivista Current Biology, i delfini non solo imparano nuovi modi per catturare le prede, ma sono ansiosi d’imparare dai loro simili.

“Il nostro studio mostra che uno dei comportamenti di caccia dei delfini, nel quale questi mammiferi acquatici intrappolano i pesci all’interno di conchiglie vuote, si diffonde attraverso l’apprendimento sociale tra gli animali”, ha affermato Sonja Wild, autrice principale dello studio.

La tecnica di caccia a cui fa riferimento la Wild è una attività durante la quale i delfini inseguono la loro preda (in questo caso un pesce) spingendola in un guscio vuoto di una gastropoda gigante. Quando il pesce è intrappolato all’interno del guscio, il delfino inserisce il muso al suo interno, lo porta sulla superficie dell’acqua e quindi lo scuote per drenare l’acqua in modo che il pesce cada nella sua bocca.

Un’altra tecnica di caccia che i mammiferi acquatici usano coinvolge le spugne, utilizzate per proteggere la bocca e per catturare una preda.

Gli scienziati affermano che i risultati dello studio li aiutano a capire come i delfini possono essere in grado di adattarsi comportamentalmente ad ambienti mutevoli. L’apprendimento dai pari consente la diffusione di nuovi comportamenti tra le popolazioni, il che a sua volta offre ai delfini una migliore capacità di sopravvivere. Questo processo di apprendimento evidenzia anche somiglianze tra cetacei e grandi scimmie.

“Pur avendo storie evolutive divergenti e occupando ambienti diversi, ci sono sorprendenti somiglianze tra cetacei e grandi scimmie: entrambi sono mammiferi che vivono a lungo, dal cervello grande con elevate capacità d’innovazione e trasmissione culturale dei comportamenti”, afferma Michael Krützen dell’Università di Zurigo, che ha avviato lo studio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Io sono una patriota italiana, quello che faccio lo faccio

LA CORRITREVISO DIVENTA VIRTUALE CON IL DEBUTTO MONDIALE DI RUNBULL In

Cari genitori, cari ragazzi, quello che sta per avvenire con

Intervenga la Casellati per fermare una pronuncia che vanifica una

Mectronic, leader mondiale nella tecnologia laser per la riabilitazione, dal

“Il ministro dell’Interno Salvini, solitamente pronto con la sua oliata

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.