Di Maio: “Il Sud non può essere abbandonato”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
dimaio

“Il Sud non può essere abbandonato”. La sanità “per decenni è stata tartassata da politiche che invece di rilanciarla ne hanno tagliato le risorse. La sanità è stata il bancomat della politica italiana e oggi a farne le spese sono i cittadini. Come Movimento lo denunciamo da tempo e adesso stiamo iniziando a invertire la rotta, perché uno Stato serio deve investire nella sanità, come stiamo facendo. Certo, ci ritroviamo nel bel mezzo di un’emergenza sanitaria e i nostri ospedali sono davvero sotto stress. È un dato di fatto. Questo è inaccettabile e dobbiamo lavorare per stanziare ancora altre risorse a favore della nostra rete ospedaliera, da Nord a Sud. Senza eccezioni”. Lo afferma il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un’intervista al Quotidiano del Sud.
“La Calabria – aggiunge – è stata messa subito in fascia rossa. Parliamo di una regione che ha subito per troppo tempo gli effetti di una politica fallimentare. Sono stati fatti troppi errori e adesso bisogna rimediare, senza perdere altro tempo. I calabresi si meritano il meglio e il governo deve dimostrarlo con i fatti”.
“Per me e per questo governo – assicura Di Maio – il Mezzogiorno è una priorità. Ad esempio, pensi alla fiscalità di vantaggio: dal 1° ottobre scorso le aziende del Sud godono di un taglio del 30% sul costo dei contributi per i loro dipendenti.
Bisogna andare avanti con politiche che rilancino sempre di più il Meridione, creando occupazione e dando strumenti alle imprese per produrre e assumere”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“La crisi di governo, oltre ad aprire una fase di

“Dio non ha bisogno di essere difeso da nessuno e

SAVE THE DATE Festival per la Giornata della Vita Nascente

​L’Inps comunica l’aggiornamento quindicinale relativo ai pagamenti di Cassa integrazione

L’Amministrazione Comunale sta cercando di fare la sua parte con

La Commissione Finanza locale dell’Anci, riunitasi a Roma, ha delineato

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.