ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Domani si giocherà una partita esiziale per il futuro dell’Occidente

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
123431298_2754455011496745_8485674968689215434_o

La vittoria di Trump sarà un segnale di speranza per la nostra civiltà, ormai pericolosamente avviata sul sentiero del declino, dopo aver reciso le proprie radici valoriali e cristiane.
Viceversa con Biden lo sfacelo della famiglia, ormai generalizzato nei paesi occidentali anche a causa del progredire della legislazione LGBT porterà con sè un inevitabile sgretolamento del tessuto sociale ed economico.
Le elites liberal che eterodirigono il vecchio Biden sfrutteranno fino in fondo la crisi innescata dalla pandemia per imporre nuovi modelli di individualismo, liquidando ogni corpo intermedio della società.
La vita umana sarà soggetta a limitazioni sia alla nascita, con l’utero in affitto e con l’aborto eugenetico fino al nono mese, sia con forme di eutanasia sempre più invasive.
E in tutto questo, il terrorismo islamico avanza in modo incontrollabile.
Vedremo cosa decideranno gli americani.
Per conto mio, come 4 anni fa, tifo Trump.
Ovviamente la salvezza non verrà da un uomo, limitato come tutti noi, ma certo in questi 4 anni “the Donald” ha dimostrato di aver perfettamente compreso la partita in corso, e ha saputo fare cose giuste. Per questo speriamo che qualcuno ci dia una mano anche da lassù…

Simone Pillon
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

draghi

Mario Draghi, nel suo recente e molto discusso intervento al

Oggi il Rifugio Dosson di Andalo, nel Distretto della Paganella,

Silvio Berlusconi ha riunito in videoconferenza venti sindaci di Forza

“La situazione rispetto a marzo è completamente diversa, perché a

Come Sinistra Progetto Comune è da inizio consiliatura che chiediamo

falcone

Tanti scriveranno con ipocrisia, tanti diranno che Falcone rimane un

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.