DOMENICA LIVE CROLLA – IL PIANO B DI MEDIASET

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
barbara-durso- 40x267

Non è un mistero ormai la crisi di ascolti che sta attraversando “Domenica Live”, Barbara D’Urso risulta ormai sovraesposta con i suoi tre format, oltre al contenitore domenicale di Canale 5, la conduttrice napoletana guida anche “Pomeriggio Cinque” e “Live Non è la D’Urso”.

Sui social i suoi follower non sanno più come dirglielo, gli ascolti in modo inequivocabile hanno registrato nelle ultime puntate, una battuta d’arresto dello share del contenitore domenicale, dopo la discesa in campo di Mara Venier a Rai1 con la sua “Domenica In” nonostante il cambio d’orario la D’Urso le prende di santa ragione, anche contro Francesca Fialdini con “Dai noi a ruota libera..” che costa 1/30° del talk show di Carmelita, esempio il 23 febbraio scorso “Domenica Live” ha segnato l’11.4% di share mentre la Fialdini su Rai1 il 16.4%.

Zia Mara intanto si è attestata al 18% medio di share con il suo contenitore domenicale della rete ammiraglia Rai, nonostante le ospitate in remoto tengono ancora gli ascolti, mentre la signora del caffeuccio su Canale 5 ha perso sempre attestandosi sotto il 12% di share, nonostante le due trasmissioni non siano in contemporanea.

A risentirne ormai sono tutte le trasmissioni condotte dalla D’Urso, perfino “Pomeriggio Cinque” che prima dominava i pomeriggi italiani, ora sempre più spesso, perde contro la “Vita in Diretta”, la televisione del gossip, delle vocine e i servizi sensazionalistici non va più di moda tanto che la conduttrice partenopea ha dovuto rivedere la configurazione di tutte le sue trasmissioni, ormai diventate una lo spin-off dell’altra.

Mediaset dal canto suo ha molte risorse interne e carte da giocare,”Domenica Live” urge di un rinnovo nella configurazione, è finita l’epoca dei giornalisti vip nei salotti televisivi, degli urli e litigate, l’ultima a capirlo è stata proprio la D’Urso che sta cercando di correre ai ripari e mettere qualche toppa, facendo più servizio pubblico incentrato sull’emergenza Covid-19, la cosa assurda è che “l’Arca di Noé” ha registrato ha segnato Domenica 3 Maggio il 14.8% di share sempre su Canale5.

Ecco al momento le possibili conduttrici per “Domenica Live”:

Alessia Marcuzzi l’amata conduttrice romana potrebbe portare un pò di energia, la sua solarità e professionalità è indiscutibile, l’unico neo l’ultima edizione de “l’isola dei Famosi” dove permise l’attacco a Riccardo Fogli da parte di Corona;

L’altra papabile, potrebbe essere Myrta Merlino, conduttrice de “l’Aria che Tira” su La7, la conduttrice potrebbe riportare al centro della trasmissione di Canale 5, la serietà e la capacità introspettiva, prettamente giornalistica della bionda compagna dell’ex campione del mondo di calcio Marco Tardelli, la differenza sarebbe assicurata;

Ma la più giusta al momento sicuramente Silvia Toffanin, la splendida moglie di Piersilvio Berlusconi (V.Presidente Mediaset), farebbe il botto di ascolti, “Verissimo” in questi sabati in onda in replica, sta mettendo in luce tutte le capacità straordinarie da intervistatrice della veneta, il suo modo rispettoso, leggero, rotondo e senza sbavature fa in modo che i suoi ospiti dicano il vero sempre, le lacrime in studio lo testimoniano.

Marco Ferraglioni   fonte…                                                                                                                           ..https://www.blogsocialtv.com/2020/05/09/domenica-live-crolla-il-piano-b-di-mediaset/

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

VENEZIA  – Si avvia verso il numero record di un

CODACONS: BENE INDAGINI. SE ACCERTATE IRREGOLARITA’ PARTIRANNO AZIONI PER DANNI

Il Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano

Dove un ragazzo, dopo aver ricevuto insulti omofobi, è stato

Si è svolta questo pomeriggio al Ministero dell’Economia di via

La Provincia autonoma di Trento vuole essere vicina alle famiglie

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.