ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

DROGA: ARRIVAVA A ROMA DALL’ALBANIA PER SMISTAMENTO IN EUROPA, 55 ARRESTI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
drogaa

Il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti si confermano asset fondamentali per il crimine organizzato, riuscendo a fare superare le differenze di nazionalità e culture fra trafficanti, tutti impegnati a fare profitto criminale.
Dalle prime luci dell’alba i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, coadiuvati dai colleghi dell’Arma competenti per territorio, nelle province di Roma, Brescia, Modena, Macerata, Genova (Rapallo), Parma, Reggio Calabria (Cittanova) nonché all’estero in Germania (città di Kothen) ed in Albania (Valona), stanno dando esecuzione ad un’ordinanza, emessa dal Gip del Tribunale di Roma su richiesta della competente Direzione Distrettuale Antimafia, che dispone il carcere per 55 persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di appartenere a tre distinte associazioni, finalizzate al traffico illecito di sostanza stupefacente, di produzione traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, di falsità per induzione in errore del pubblico ufficiale.
Si tratta di 52 uomini e 3 donne, 27 cittadini albanesi, 23 nigeriani, 4 italiani e 1 gambiano.

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

conte

E dell’intera economia del nostro paese… Non è facile prendere

‍Il circo incontra a teatro la grande musica classica SCF_Logo_3D_web

gratteri

Nel corso della puntata di Otto e Mezzo, il magistrato

Ora posso dire che non è vero: la cosa più

marcucci

Vorrei che il segretario Letta, in questa fase cruciale, riflettesse

La domanda, corredata dalla dichiarazione sostitutiva unica (DSU) in corso

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.