È morto la notte scorsa il Sultano dell’Oman

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
81992807_2464412430542067_4167204860896215040_o

Qaboos bin Said al-Said, 79 anni, alla guida del paese dal 1970, cioè da quasi 50 anni. Lodato dai media locali per la sua “saggia e trionfante marcia piena di tenerezza…”, l’Oman è stato in questi anni spesso mediatore, portatore di diplomazia, e non si è mai schierato dalla parte della guerra e della violenza.

Durante un mio viaggio in Oman nel 2016, rimasi colpita dall’affetto che la popolazione nutriva nei suoi confronti. Certo, parliamo di un rentier-state e delle sue forze e debolezze in tal riguardo, eppure Qaboos è riuscito a ribaltare le politiche rigidamente conservatrici del padre, portando l’Oman nella modernità, dandogli risalto sullo scacchiere globale e tenendo un equilibrio di pace e prosperità nel paese attraverso un bilanciamento dell’approccio neutrale alla diplomazia.

Haitham ben Tarek, già ministro del patrimonio e della cultura, prenderà il posto del Sultano dell’Oman.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Roma  – Non accenna a placarsi la furia censoria di

E fu così che l’opinione pubblica venne a sapere che

Legalità significa anche più benessere collettivo e sviluppo del Paese.

GATORADE INVITA I FAN DI TUTTO IL MONDO ALL’NBA CROSSOVER,

PORTEREMO AVANTI I PROGETTI PER IL RILANCIO DEL TERRITORIO. CONTE

SABATO 30 NOVEMBRE SI CELEBRANO UN SECOLO DI RELAZIONI DIPLOMATICHE

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.