È stata ufficialmente inaugurata la Lindt Home of Chocolate a Zurigo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Das Lindt Home of Chocolate wurde in Kilchberg, Schweiz, feierlich erˆffnet // Grand opening of the Lindt Home of Chocolate in Kilchberg, Switzerland. (LINDT UND SPRUENGLI/KEYSTONE/Alexandra Wey)

È stata ufficialmente inaugurata la Lindt Home of Chocolate a Zurigo: il museo interattivo del cioccolato Lindt è ora aperto ai visitatori
Kilchberg – Il mondo ha un’attrazione in più dedicata al cioccolato. La nuova Lindt Home of Chocolate è stata inaugurata giovedì 10 settembre a Kilchberg in modo spettacolare e ieri, domenica 13 settembre, ha aperto le sue porte ai visitatori. Il centro di competenza per il cioccolato, unico nel suo genere, include anche un museo interattivo, un impianto di ricerca, una produzione «a vista» e tanti
altri elementi di spicco che da domenica entusiasmeranno i visitatori dalla Svizzera e da tutto il mondo.
Durante la cerimonia inaugurale il Consigliere federale Ueli Maurer, il presidente del Consiglio di fondazione Ernst Tanner e il testimonial Roger Federer hanno svelato il cuore della nuova Lindt Home of Chocolate – la fontana di cioccolato alta 9 metri. Giovedì 10 settembre il nuovo simbolo dell’industria del cioccolato svizzera è stato inaugurato con una grande festa. Il grande pubblico ora ha a disposizione una piattaforma informativa completa sul tema del cioccolato. Con il Consigliere federale Ueli Maurer e la star del tennis Roger Federer, il presidente del consiglio della fondazione Lindt Chocolate Competence Foundation, Ernst Tanner, ha svelato l’elemento di spicco della Lindt Home of Chocolate. In una cerimonia di grande effetto, i protagonisti hanno aperto il sipario dorato sulla spettacolare fontana di cioccolato da 9 metri situata all’ingresso, inondati da una pioggia di coriandoli.
«La fontana di cioccolato è il cuore della Lindt Home of Chocolate e, con la sua forma, un omaggio alla pallina Lindor più amata e conosciuta al mondo», ha dichiarato Ernst Tanner. E nell’epica coreografia non potevano certo mancare i famosi Maîtres  chocolatiers.
Il Brand Ambassador Roger Federer è entusiasta del nuovo museo del cioccolato: «La Lindt Home of Chocolate è un mondo sensoriale sul cioccolato unico nel suo genere e non vedo l’ora di visitarlo con i miei bambini.»
La Lindt Chocolate Competence Foundation si è posta l’obiettivo di portare avanti il lavoro dei pionieri del passato e di rafforzare a lungo termine la Svizzera come sede produttiva più importante del cioccolato. Mentre i pionieri più di 200 anni fa hanno consolidato l’industria del cioccolato, la fondazione ha promosso l’innovazione, dando così nuovi impulsi all’intero settore. Il museo del cioccolato è il progetto principale della fondazione benefica e rappresenta una piattaforma informativa completa rivolta all’ampio pubblico. «La Lindt Home of Chocolate garantirà nel lungo termine il ruolo della Svizzera quale sede produttiva del cioccolato,
contribuendo inoltre a diffondere le conoscenze sul cioccolato in tutto il settore industriale»: ecco la visione di Ernst Tanner, presidente del Consiglio di fondazione della Lindt Chocolate Competence Foundation. In questo centro di competenza per il cioccolato sono confluiti più di 100 milioni di franchi svizzeri. La nuova attrazione – alle porte di Zurigo, a cui è collegata in modo ottimale – si propone di diventare un’elettrizzante meta per le gite. La Lindt Home of Chocolate è la casa dei famosi Maîtres Chocolatiers, che ora aprono le porte per far immergere gli ospiti in un fantastico mondo dedicato al cioccolato. Oltre all’impianto di ricerca con una produzione «a vista», la Lindt Home of Chocolate comprende ad esempio un’ampia esposizione di 1.500 metri
quadrati, che invita i visitatori a un viaggio nel mondo del cioccolato. Si comincia con una piantagione di cacao in Ghana, poi piccoli e grandi fan del cioccolato compiono un viaggio nel tempo alla scoperta della storia del cioccolato, seguendo le tracce dei pionieri svizzeri. Ma vengono anche svelati dei segreti sulla produzione di cioccolato. Dopo informazioni entusiasmanti su questo delizioso mondo, alla fine del tour si approda nella sala degustazione, dove numerosi capolavori non aspettano altro che essere assaggiati.
Dopo più di tre anni di pianificazione e preparazione, all’inizio del 2020 è stato possibile avviare con successo l’impianto di ricerca «Pilot Plant» a disposizione sia degli istituti di ricerca sia delle scuole superiori e che unisce la massima flessibilità e funzionalità con un’elevatissima qualità esecutiva. Lì è possibile sviluppare su piccola scala le ricette e simulare ottimizzazioni delle procedure produttive e delle tecnologie procedurali, complessivamente significative per l’industria del cioccolato. Inoltre offre un’infrastruttura ottimale per la formazione e il perfezionamento professionale degli specialisti specifici del settore. La Lindt Home of Chocolate ospita anche il più grande Lindt Chocolate Shop al mondo, il primo Lindt Café della Svizzera e un laboratorio di cioccolateria per corsi a tema, il tutto gestito dall’affiliata Lindt & Sprüngli Schweiz AG.
Eleganza multifunzionale a tempo di record
La Lindt Home of Chocolate entusiasmerà anche i fan dell’architettura. L’edificio multifunzionale progettato dagli architetti basilesi Christ & Gantenbein costituisce un imponente contrappeso rispetto allo stabilimento storico di Lindt & Sprüngli del 1899 e si inserisce alla perfezione nell’ambiente circostante di Kilchberg. All’interno, l’edificio a tre piani ha una struttura caratteristica: scale d’accesso circolari, passaggi a ponte e imponenti lucernari al soffitto conferiscono allo stabile un’eleganza particolare. I lavori di scavo nell’areale di Lindt & Sprüngli sono cominciati a inizio 2017 e la costruzione è stata realizzata a tempo di record in soli 36 mesi. Complessivamente sono state spianate 133.590 tonnellate di terra per creare uno scavo grande come un campo da calcio. Già pochi mesi dopo, il 12 settembre 2017, la Fondazione ha festeggiato la posa della prima pietra e dopo soli circa 1.000 giorni, a novembre 2019, l’impresa generale incaricata dei lavori edili ha consegnato ufficialmente la struttura alla Lindt Chocolate Competence Foundation. Fino all’inaugurazione nell’autunno 2020 si sono succeduti i lavori interni e l’allestimento del variegato mondo sensoriale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

LIVERPOOL. Il Liverpool scrive per l’ennesima volta una straordinaria pagina

CODACONS: FAMIGLIE ITALIANE SEMPRE PIU’ “FORMICHE”, CONSUMI NON RIPARTONO, PESA

“Speriamo che le nostre proposte non vengano messe in quarantena,

“Manteniamo le nostre promesse. La Commissione europea ha chiuso il

ALIMENTAZIONE, APPELLO CODACONS AI PARLAMENTARI: SUBITO LEGGE PER LATTE D’ASINA

LEGGE NON PREVEDE OBBLIGO DI CASCHETTO PROTETTIVO O POLIZZA ASSICURATIVA.

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.