Educazione motoria nella scuola primaria: via libera alla convenzione con il CONI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
GIORNATA SCUOLA E SPORT ALLO STADIO QUERCIA - ragazziFoto: Piero Cavagna - Archivio ufficio stampa Pat

Un partenariato fra Provincia autonoma di Trento e CONI che sta dando risultati soddisfacenti e un progetto al quale le scuole del territorio vogliono continuare ad aderire: è la convenzione che favorisce la presenza di figure professionali specializzate in affiancamento ai docenti di classe nell’approccio di base all’educazione motoria per i primi due anni di scuola primaria. L’assessore all’istruzione Mirko Bisesti ne ha autorizzato oggi la stipula valida per il prossimo anno, con un provvedimento approvato dalla Giunta provinciale.
L’intento è favorire l’attuazione del progetto di alfabetizzazione motoria avvalendosi delle competenze del Comitato Provinciale Trento del CONI, interlocutore istituzionale in materia di attività sportiva sul nostro territorio.
Per la realizzazione delle attività la provincia si impegna a finanziare il 70% delle attività, mentre il restante 30% sarà sostenuto dalle singole istituzioni scolastiche.

Per la realizzazione delle attività la provincia si impegna per il 70% del finanziamento, mentre il restante 30% sarà sostenuto dalle singole istituzioni scolastiche. L’intervento è finanziato nell’ambito del Fondo per la qualità del sistema educativo provinciale, in parte sul bilancio per l’esercizio finanziario 2019 e in parte su quello 2020, con una spesa massima prevista di circa 211 mila euro, che prevede la realizzazione di 8.500 ore di attività e di 450 ore per interventi di coordinamento tecnico.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Neymar rinuncia al Barcellona: resterà al Psg un altro anno.

“Il Rapporto annuale dell’Inps chiarisce, una volta per tutte, la

MELIS (M5S): “I MIASMI SONO PERSISTENTI E PROVOCANO NAUSEA. DEPOSITATO

«Un’inquietante e prolungata vicenda». Con queste parole, lo psichiatra Alessandro

L’alta pressione sta cercando nuovamente di riaffacciarsi sul nostro Paese

Disintegrati. Buona lettura estiva per Zingaretti e Company. La notte

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.