Egitto, Civati: Al Sisi libera detenuti, governo intervenga per Zaki

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
zaky

“Il governo italiano ha l’occasione di farsi sentire con al Sisi, non solo per vendergli le armi. Il presidente egiziano ha annunciato la liberazione di oltre 500 detenuti per fronteggiare l’emergenza Covid-19. Il presidente del Consiglio Conte e il ministro degli Esteri Di Maio chiedano immediatamente la scarcerazione di Patrick Zaki. Da mesi lo studente è prigioniero senza che ci sia una motivazione. Peraltro, essendo un ragazzo con problemi di asma, la sua scarcerazione è necessaria anche per ragioni di salute”. Lo dichiara Giuseppe Civati, fondatore di Possibile.

“Nei giorni scorsi – aggiunge Civati – Conte ha garantito l’impegno per arrivare alla verità sull’omicidio di Giulio Regeni. Ora si sforzi, con i fatti e non con gli annunci, per la liberazione di Patrick. È una priorità reale, molto più della presunta realpolitik che porta l’Italia a rifornire di armi l’Egitto”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Calo generale di consensi per Lega, M5S e PD. Renzi

I contenuti del decreto legge sicurezza bis «appena promulgato sono

Non avere ancora nominato, dopo 5 mesi, il presidente dell’Ersu

La scuola è l’emergenza principale, ma non dimentichiamo i diritti

Quando alcuni giorni fa Giorgia Meloni ha dichiarato che George

Tenere tutte le elezioni rinviate finora (regionali, comunali e referendum)

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.