Enea: 21 porti italiani sott’acqua entro il 2100

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
porto

L’allarme per i cambiamenti climatici risuona ai quattro angoli del pianeta con intensità crescente. Mobilita piazze e angoscia l’opinione pubblica. Alluvioni, siccità, frane, dissesto idrogeologico, innalzamento del livello dei mari, ne sono i principali sintomi, che già si avvertono in tutti i continenti. E che, secondo gli esperti, sono destinati progressivamente ad aggravarsi se non s’interviene a livello globale. L’Agenda ONU 2030, l’Accordo di Parigi Cop21, i principali impegni in tal senso che i Governi del pianeta hanno assunto formalmente. Tuttavia, sono forse insufficienti a scongiurare disastri e calamità prossimi venturi già annunciati. Fatto sta che nell’ambito dei foschi scenari preconizzati dalle Cassandre ambientaliste trovano posto anche i porti italiani. Si stima che dovrebbero subire un pericoloso innalzamento del livello del mare di circa un metro entro il 2100, con picchi superiori a Venezia (più 1,064 metri), a Napoli (più 1,040 metri), a Cagliari (più 1,033 metri), a Palermo e a Brindisi. Sono i dati delle proiezioni Enea presentate di recente in un focus dedicato al Mediterraneo. Nel mirino 21 strutture portuali che potrebbero scontare anche l’effetto ‘storm surge’, ossia la coesistenza di bassa pressione, onde e vento che in particolari condizioni determina un aumento del livello del mare rispetto al litorale di circa 1 metro. Sempre al 2100, l’innalzamento viene stimato ad Ancona di un metro, fino a due con l’effetto ‘storm surge’; ad Augusta 1,028 (fino a 2,028), a Bari 1,025 (fino a 2,025), a Brindisi 1,0282,028, a Cagliari 1,033 (2,033), a Catania 0,952 (1,952), a Civitavecchia 1,015 (2,015), a Genova 0,922 (1,922), a Gioia Tauro 0,956 (1,956), a La Spezia 0,994 (1,994), a Livorno 1,008 (2,008), a Massa 0,999 (1,999), a Messina 0,956 (1,956), a Napoli 1,040 (2,040), a Olbia 1,025 (2,025), a Palermo 1,028 (2,028), a Salerno 1,020 (2,020), a Savona 0,922 (1,922), a Taranto 1,024 (2,024), a Trieste 0,980 (1,980), a Venezia 1,064 (2,064).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Ho ritenuto necessario rivolgermi con un’interrogazione ai ministri del Sud

Abbiamo ottenuto oltre 500 milioni di euro dal ministero delle

Tanti campioni e allenatori, da Eto’o a Mancini Un momento

Venti aziende siciliane del settore agroalimentare hanno partecipato dal 24

Non avere ancora nominato, dopo 5 mesi, il presidente dell’Ersu

Il Rotary Club di Milano Porta Venezia organizza: conviviale interclub

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.