ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Ennesimo scandalo nella sanità abruzzese

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
carabinieri

Arrestati un dirigente dell’AUSL di Pescara (candidato alle scorse elezioni regionali con Fratelli d’Italia), il legale rappresentante e una dipendente con funzioni di coordinatrice di una cooperativa vincitrice di una gara pubblica di appalto del valore di 11 milioni di euro.
Parallelamente i Finanzieri hanno proceduto a dare esecuzione al sequestro di beni per circa 50.000,00 euro, disposto sempre dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Pescara su richiesta della Procura della Repubblica.
Agli indagati sono stati contestati gravi reati contro la pubblica amministrazione, e in particolare i reati di corruzione, di istigazione alla corruzione e di turbata libertà degli incanti.
Ringrazio inquirenti e forze dell’ordine e speriamo si faccia luce fino in fondo perché i cittadini abruzzesi sono stanchi…
#fardelliditalia #fardellidabruzzo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Caro Direttore, adesso che l’agosto più tormentato è alle spalle

Sta entrando nel vivo il percorso di integrazione sociosanitaria dei

palazzo

Calo dell’Irap per quasi tutte le imprese italiane per circa

persone

Ci sono alcune affermazioni ricorrenti nelle dichiarazione di molti opinion-leaders:

Il caso di Walter De Benedetto è solo l’ultima storia

“Bene la dichiarazione con cui il commissario Arcuri ha annunciato

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.