Europa: sarà boom della disoccupazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
lavoro

Le previsioni di primavera della Commissione Ue. In eurozona salirà al 9,6% nel 2020, nella Ue al 9%. Tutti i Paesi colpiti dagli effetti della pandemia, in Italia situazione molto grave: quest’anno il Pil dovrebbe scendere del 9,5%

In Europa sta arrivando un forte aumento della disoccupazione, a causa della crisi per il Covid-19. La pandemia avrà un grave impatto sul mercato del lavoro: nella situazione drammatica generale l’Italia sarà particolarmente colpita. Sono state diffuse oggi (6 maggio) le previsioni economiche della Commissione europea per il periodo di primavera.

Si intravede un quadro a tinte fosche: per l’eurozona la disoccupazione salirà dal 7,5% del 2019 al 9,6% del 2020. Per l’anno prossimo, il 2021, il tasso dovrebbe leggermente scendere e attestarsi all’8,6%. Nella Ue invece il tasso di disoccupazione l’anno scorso si era attestato al 6,7%. Nel 2020 salirà al 9% per poi calare al 7,9% nel 2021.

In Italia lo scenario è molto preoccupante. “La pandemia di Covid-19 e le relative misure di contenimento sono destinate a spingere l’economia italiana in a profonda recessione”, si legge nelle previsioni. Il Pil dovrebbe scendere quest’anno del 9,5%. Nella seconda metà del 2020 è previsto un “rimbalzo tecnico”, così lo definisce la Commissione, per gli effetti delle misure del governo.

Miglioramenti sono attesi solo nel 2021. Il deficit e il debito pubblico costituiscono una fonte di ulteriore preoccupazione: quest’anno si attesteranno rispettivamente all’11,1% e al 158,9% del Pil ​​​​​​, “per poi diminuire parzialmente l’anno prossimo”, passando al 5,6% e al 153,6%.

I problemi naturalmente riguardano tutti i Paesi. La Francia dovrebbe registrare una caduta del Pil del 8,2% nel 2020, prima di ottenere un rimbalzo del 7,4% nel 2021. In Germania viene stimata una contrazione del Pil del 6,5% nel 2020, prima di tornare a una crescita del 5,9% nel 2021. Per la Spagna quest’anno è atteso un calo del Pil del 9,4% (E.D.N.).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La nostra società abruzzese di produzioni teatrali e cinematografiche, la

Spiritoso, toccante, irresistibile “Pinguino” di Polly Dunbar Pinguino Scritto e

“Un esame farsa” per Luis Suarez all’Università per stranieri di

Prima donna a ricoprire il ruolo di Presidente della Camera,

La domanda, corredata dalla dichiarazione sostitutiva unica (DSU) in corso

Ne miglioreranno la vita, lo sottrarranno a rischi inutili e

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.