EUROSTAT: IN CAMPANIA 41,4% POPOLAZIONE A RISCHIO POVERTÀ

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
poverta

CODACONS: DATI VERGOGNOSI, CAMPANIA E’ FANALINO DI CODA D’EUROPA. IN ITALIA ANCORA CITTADINI DI SERIE B

La Campania è a tutti gli effetti il fanalino di coda d’Europa per il livello di povertà, registrando il più alto numero di cittadini a rischio, con un netto peggioramento rispetto al 2017. Lo afferma il Codacons, commentando i dati Eurostat secondo cui in Campania la percentuale di coloro che sono a rischio povertà è pari 41,4%.

“Si tratta di dati vergognosi che attestano un sensibile peggioramento delle condizioni economiche dei cittadini che risiedono nel Mezzogiorno – afferma il presidente Carlo Rienzi – In Sicilia e in Campania più di 4 abitanti su 10 risultano e rischio povertà, e i numeri di Eurostat dimostrano che poco o nulla è stato fatto per combattere tale piaga sociale ed economica: purtroppo nel nostro paese esistono ancora cittadini che lo Stato considera di serie B, poiché vivono in aree abbandonate a se stesse e in condizioni di grave difficoltà, dove i dati economici sono addirittura peggiori della Grecia e in costante peggioramento”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Il bambino che è in noi, parlo anche per il

“L’onorevole Meloni troverà sempre le porte di ‘Report’ aperte. La

“Non ho mai parlato di destra e sinistra perché io

Le Sardine si prendono una “pausa di riflessione”. Ad annunciarla

“La corruzione è la vera emergenza del Paese”, mentre “si

Oggi è la giornata del malato e il miglior modo

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.