Fabrizio Corona lascia la comunità: alloggerà in un hotel a Milano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
corona

Per Fabrizio Corona è giunta l’ora di iniziare una nuova vita. Dopo essere uscito da San Vittore a dicembre 2019, il giudice gli ha permesso di scontare in una comunità i restanti quattro anni di pena. I domiciliari nella casa di cura nella Monza-Brianza sono però durati poco: Fabrizio è uscito e alloggerà in un hotel a Milano.
Fabrizio Corona lascia la comunità

L’ex re dei paparazzi è ora pronto ad andare a vivere in una casa nuova. Rimasto in una comunità dopo aver lasciato il carcere milanese di San Vittore per motivi psichiatrici, e ora è pronto a tornare ad una vita “normale”.

Fabrizio è stato infatti fotografato da “Nuovo” mentre dal suo alloggio nella comunità carica i bagagli su un furgoncino, assistito dal suo personal trainer Nathan Martelloni. E’ stato lui a spiegare cosa accadrà a Corona: “Si sta appoggiando a una suite d’hotel del centro di Milano, non lontano dal teatro alla Scala – ha spiegato alla rivista – in attesa che la Polizia sblocchi la casa nuova che ha preso. Ma non può uscire, è comunque ai domiciliari”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Altro passo significativo verso il completamento di una misura indispensabile

“E adesso riapriamo il tavolo di confronto con il Partito

Due attacchi in poche ore vicino alla base italiana di

Quota 100, assieme all’Ape sociale, è una misura utile che

Clash, Metallica, Hendrix, Led Zeppelin. Ma anche Britney Spears, Memo

Ieri è stato sottoscritto un accordo di collaborazione tra le

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.