Fer1: Con nostro decreto via l’amianto dai tetti e spazio a fotovoltaico e autoconsumo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
amianto

“Le firme dei ministri Costa e Di Maio al decreto Fer1 dimostrano la totale volontà del Movimento 5 Stelle di voler traghettare prima possibile il nostro Paese lontano dalle fonti fossili”, affermano i deputati e le deputate del MoVimento 5 Stelle in commissione Ambiente.
“Siamo orgogliosi di poter incentivare la produzione di energia pulita, sostenibile e rinnovabile attraverso interventi concreti. Vogliamo che l’amianto ancora troppo presente nei tetti e nelle coperture di fabbricati, scuole, ospedali ed edifici pubblici venga immediatamente eliminato e sostituito da impianti fotovoltaici”, proseguono i parlamentari del MoVimento 5 Stelle.
“Prevediamo incentivi per questo tipo di realizzazioni e nuove modalità per il riconoscimento del premio sull’autoconsumo su tutta l’energia prodotta. Un provvedimento che stima investimenti per circa 10 miliardi di euro nel settore delle rinnovabili: un importante passo avanti nella transizione energetica del Paese in un’ottica di decarbonizzazione”, concludono.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Ieri eravamo di fronte al Consolato del Brasile insieme al

Esito della riunione dei segretari regionali e dei dipartimenti di

“Il #centrodestra in Italia resta una condizione irrinunciabile per far

“Nessuno creda che Salvini non conosca la Costituzione. Non gli

Scoprire rapidamente il tempo di morte di una persona deceduta

“DE LUCA GIOCA CON IL FUTURO DI 471 PERSONE” Stamattina

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.