Fiorini, “La flessione sull’export è un dato molto grave”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
fiorini

Roma  – “La flessione congiunturale delle esportazioni (-0,9%) registrata a dicembre 2019, rispetto al mese precedente, e’ un dato molto grave, un campanello d’allarme che dovrebbe spingere il governo, in primis, e tutte le forze politiche ad istituire il ministero per il Made in Italy per valorizzare pienamente le nostre eccellenze sia nel mercato interno sia nei mercati internazionali”. Lo afferma la deputata di Forza Italia, Benedetta Fiorini, segretario della Commissione Attivita’ produttive della Camera. “Ad inizio legislatura – continua Fiorini – Forza Italia ha presentato una proposta di legge proprio per dar vita ad un’unica cabina di regia per il Made in Italy, attraverso l’istituzione di un ministero ad hoc per la tutela, la promozione e il commercio internazionale dei prodotti italiani. Questa idea si e’ poi fatta largo presso le categorie produttive, le associazioni ed altre forze politiche, ma e’ ora di passare dalle intenzioni ai fatti concreti, facendo gioco di squadra e supportando maggiormente le iniziative delle imprese italiane e le esportazioni all’estero, anche attraverso un maggior sostegno dell’Ice e delle nostre ambasciate”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

PROCEDURE PIÙ SEMPLICI, INCENTIVI PER CITTADINI E IMPRESE, NUOVE RISORSE

Ebbene ricordare che, innanzitutto, il mio sottosegretario scelto dalla Lega

Vivono più a lungo anche perché mangiano (e bevono) meglio.

La riforma costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari è

L’allerta di livello 3, spiega il ministero, scatta in presenza

Bardi: “Il capoluogo soddisfa più valori, ma costruiremo da subito

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.