Fisco: Gelmini, “Il Governo è unito per alzare le tasse”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
gelmini

ROMA  – “Il governo giallorosso e’ stato unito come un sol uomo quando negli scorsi mesi, con la legge di bilancio e il decreto fiscale, ha alzato la pressione fiscale per famiglie e imprese. Adesso, invece, con la remota prospettiva di riformare gli scaglioni Irpef e di mettere in atto un mini taglio del cuneo fiscale, i partiti che sostengono il Conte Bis si dividono. Gli obiettivi? Non far quasi nulla e provare ad intestarsi i minimi correttivi che forse Gualtieri riuscira’ a portare a casa. Una cosa e’ certa: per mettere piu’ soldi nelle tasche dei contribuenti non bastano certo 3 miliardi nel 2020 e 5 nel 2021. Un vero e coraggioso taglio del cuneo fiscale, che rilanci consumi e dia ottimismo al ceto medio, richiederebbe almeno 10 miliardi all’anno. Forza Italia aveva proposto di utilizzare per questa misura i soldi destinati al reddito di cittadinanza: Partito democratico e Italia Viva hanno preferito assecondare l’inutile e dannoso assistenzialismo grillino”. Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

PALERMO – “In commissione antimafia la scorsa settimana, la decisione

FROSINONE, ALTA TENSIONE IN CARCERE: FUOCO E FIAMME. DURA PROTESTA

Partirà ufficialmente oggi 5 ottobre l’edizione 2019-2020 del Campionato Under

Il governo Conte bis non è soltanto bloccato dalle liti

Obiettivo: mettere l’esperienza degli amministratori al servizio della sfida per

Con l’arrivo delle feste, la tradizione torna protagonista a tavola.

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.