ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

FMI Fondo Monetario Internazionale di Gianfranco Torriero

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
torriero

(Vice Direttore Generale dell’ABI)

Tratto da “ Lessico Finanziario “ di Beppe Ghisolfi – ARAGNO Editore

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) è stato istituito, insieme alla Banca Mondiale, durante la conferenza delle Nazioni Unite a Bretton Woods, negli Stati Uniti, nel luglio del 1944. I 44 paesi, che hanno partecipato alla conferenza, hanno cercato di costruire un contesto per la cooperazione economica al fine evitare il ripetersi dei fenomeni, tra cui le esportazioni aggressive di alcuni paesi, che contribuirono alla Grande Depressione degli anni Trenta del secolo scorso.
L’FMI, che ha sede a Washington, ha una struttura che prevede un Consiglio dei Governatori (si riunisce una volta l’anno e delega principalmente al Consiglio Esecutivo), un Consiglio Esecutivo (è costituito in seduta permanente ed è composto da dieci membri, cinque fissi e appartengono agli Stati che detengono la quota maggiore, cinque eletti dal Consiglio dei Governatori) e un Direttore Operativo (è il Presidente del Consiglio Esecutivo ed è eletto dallo stesso). L’obiettivo statutario dell’FMI è assicurare la stabilità del sistema monetario internazionale.

Nel complesso gli obiettivi perseguiti dall’FMI sono essenzialmente quello di promuovere la cooperazione monetaria internazionale; agevolare l’espansione e la crescita equilibrata del commercio internazionale; fornire risorse (con adeguate garanzie) ai paesi membri che hanno difficoltà di bilancia dei pagamenti. L’FMI sorveglia il sistema monetario internazionale e controlla le politiche economiche e finanziarie dei suoi 189 paesi membri. Nell’ambito di questo processo, che si svolge sia a livello globale sia in singoli paesi, l’FMI mette in evidenza i possibili rischi per la stabilità e consiglia gli adeguamenti politici necessari. Inoltre fornisce assistenza finanziaria, ovvero eroga prestiti a paesi che presentano difficoltà nella bilancia dei pagamenti, effettivi o potenziali. Infine, fornisce supporto tecnico e formativo ai paesi membri aiutandoli a progettare e sviluppare politiche economiche che promuovano la stabilità e la crescita.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Una falla in TikTok, il social network cinese popolare tra

Beppe Grillo

Beppe Grillo scrive un post in cui rilancia il tema

civati

Ne scrivevamo ieri. Le condizioni dei lavoratori della logistica sono

La famiglia reale britannica potrebbe doversi accontentare degli auguri di

È stato firmato  al Ministero dello Sviluppo economico un verbale

slot

Il vizio del gioco in Italia è una piaga sociale.

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.