FOLLIA IN DANIMARCA: IL GOVERNO ANNUNCIA LO STERMINIO DI 17 MILIONI DI VISONI!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
visoni

Lo avevano annunciato e ora, purtroppo, sono passati ai fatti.

Secondo il governo danese, all’interno degli allevamenti di visoni si starebbe diffondendo una mutazione del Covid-19 che ha al momento colpito 12 persone e che potrebbe vanificare gli sforzi della comunità scientifica internazionale che sta lavorando al vaccino.

In risposta, il Ministro della Sanità, Magnus Heunicke, ha disposto l’uccisione via camera gas dei visoni d’allevamento…Di TUTTI i visoni, anche quelli sani! In totale parliamo di circa 17 MILIONI di esemplari!

Una decisione che non credo abbia precedenti nella storia e che sottolinea, una volta di più, quanto simili allevamenti vadano ABOLITI, non solo per risparmiare una crudeltà gratuita agli animali, ma anche perché, come abbiamo tristemente constatato in questo caso, sono un rischio per la salute pubblica.

P.S. Vi risparmio il video di quanto sta accadendo in Danimarca, perché le immagini sono troppo forti…

— Tiziana Beghin

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

E’ entrata in vigore dal 1 novembre 2019 l’ordinanza contingibile

Noi ci siamo occupati della Libia mentre Matteo Salvini è

Trieste – Recuperare le tratte ferroviarie dismesse o fuori esercizio,

DAL 14 AL 30 LUGLIO BARDONECCHIA CAPITALE DELLE 7 NOTE

#laculturaincasa: gli appuntamenti digital per il fine settimana dall’8 al

Ed ecco qua che quelli che tremano dalla paura di

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.