Formula 1: grandi emozioni in Mugello per il primo Gran Premio della Toscana

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
ferrari

Un grande spettacolo di sport quello che è andato in scena ieri all’autodromo del Mugello a Scarperia, che per la prima volta ha debuttato nel circuito della Formula 1. È stata una gara emozionante quella del primo Gran Premio della Toscana – Ferrari 1000, vinta dal pilota britannico della Mercedes Lewis Hamilton.

“È stata dura ma che pista – ha commentato Hamilton fresco di vittoria – è stato come fare tre gare diverse in un solo giorno, è stato molto difficile, ma questa pista è fenomenale”.
Ed ha ragione Hamilton a definire duro e fenomenale questo circuito, dove sono pochissimi i margini di errore e ogni sbaglio si paga caro. Lo sanno bene gli otto piloti costretti a ritirarsi per la maggior parte per incidente, provocando per ben due volte la sospensione della gara con successiva ripartenza.

Hamilton ha vinto la gara sul circuito toscano precedendo il compagno di squadra Valtteri Bottas e la Red Bull di Alexander Albon. Indietro entrambe le Ferrari con Charles Leclerc ottava e Sebastian Vettel decimo.

Quarta posizione per la Renault di Daniel Ricciardo, che ha preceduto la Racing Point di Sergio Perez e la McLaren di Lando Norris. Settima la Alpha Tauri di Daniil Kvyat e nona la Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkone. Al traguardo sono arrivate solo 12 vetture: undicesima la Williams di George Russell e la Haas di Romain Grosjean.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Le 200mila persone circa che finora sono state uccise dal

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che l’industria petrolifera

Il presidente del Consiglio regionale FVG, Piero Mauro Zanin, ha

Va riconosciuta una realtà estremamente differenziata e vanno, quindi, approntate

Un’avvertenza preliminare: nelle prossime 20 righe c’è una boiata pazzesca.

Una originale mostra che inaugura, laboratori interattivi, dialoghi scientifici, concerti

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.