”Fuga dal pianeta terra”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
notizieinunclick

Una canzone interpretata dal cantante Friulano Angelo Seretti aveva previsto alcuni mesi fa i problemi legati ai virus lanciato però un messaggio di speranza.

Con la canzone ”Fuga dal pianeta terra” scritta da Bobby Solo il cantante Friulano aveva stranamente previsto in tempi ancora non sospetti le conseguenze di un’epidemia lanciando però anche un messaggio di speranza.

Angelo Seretti è un cantante Friulano che si esibisce sia in Italia che all’estero,canta infatti in 5 lingue. Le canzoni da lui interpretate sono state trasmesse da molte radio anche fuori dai confini nazionali.
Alcuni mesi fa ha lanciato un brano dal ritmo vivace scritto da Bobby Solo ed Andrea Bellentani .

La canzone è una garbata denuncia socio-ambientalistica dove non mancano i riferimenti ai virus che stanno dando molti pensieri proprio in questi giorni a tutta la popolazione mondiale. Condensa i temi sociali cui tutti siamo continuamente bombardati dalla sovra-informazione, tanto da voler “scappare”..anche se, in realtà, ci esorta a prenderci cura della Terra, nel senso più ampio del termine: non solo ecologia, ma anche e soprattutto “sociologia”, intesa come fare attenzione a corsi e ricorsi della storia, del costume e della società..”civile”. ..

Il bellissimo brano è naturalmente ispirato ad un successo di Bobby Solo (testo di Andrea Bellentani), con cui Angelo ha un rapporto di stretta collaborazione ma soprattutto di grandissima amicizia e stima, tanto che i musicisti del brano sono quelli della sua band: Marco Quagliozzi, il leggendario tastierista, alla chitarra la giovane principessa delle corde Silvia Zaniboni, e menzione speciale ad Andrea Faggiani alla batteria, avvocato e giramondo con la passione della musica. Il brano è stato inciso negli studi Master Studio Audio & Video Recording di Udine. Una chicca il video (disponibile su Youtube) che è una vera opera di assemblaggio storico.

Il tutto è stato inciso alla fine dell’anno scorso e quasi subito è anche arrivato un grande riconoscimento da aggiungere al proprio carnet per il cantante friulano, che in poche settimane, ha raggiunto il primo posto della classifica europea dedicata alla musica indipendente.
Tutto questo senza l’appoggio di nessun produttore!
La European Indie Chart è una classifica particolarmente ambita dagli interpreti non supportati da major discografiche, perchè è realizzata esclusivamente in base al gradimento degli ascoltatori di più di 100 stazioni radio FM e una ventina di web radio europee, inclusa qualcuna che trasmette anche negli USA e in Canada.

“Sono fiducioso per il futuro e presto la situazione migliorerà ma nel frattempo seguiamo i consigli degli esperti stando in casa e dedicandoci alle nostre famiglie e alle nostre passioni ..” ci dice Angelo. “Tutti quelli che mi conoscono sanno che la musica per me è una passione, nonostante cerchi di soddisfarla con un certo perfezionismo. Tanto è che sono già al ‘lavoro’ su altri progetti che mi vedono anche come autore. A prestissimo altre novità!”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

La Madonna Della Loggia di Sandro Botticelli, dipinto proveniente dalle

“Siamo d’accordo con chi chiede nella maggioranza di abbattere alcuni

E’ stata definita “Transizione Giusta” quella proposta dalla Commissione di

Venerdì 25 ottobre otto agriturismi si sfideranno uno contro l’altro

Inutile propinare ridicole arrampicate sugli specchi, mezze frasi di giustificazione,

Con la conferma di Alfonso Bonafede a capo del Ministero

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.