Galletti (M5S) su centri per l’impiego

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
galletti

Centri per l’impiego, approvato ordine del giorno in Regione Toscana in vista dei bandi per il potenziamento del servizio: le professionalità acquisite da chi ha lavorato per anni all’interno del circuito formativo toscano saranno tenute in considerazione. È quanto emerge in seguito al lavoro svolto dal consigliere regionale del Movimento 5 stelle Irene Galletti che a lungo si è occupata della vicenda incontrando molti tra dipendenti ed esponenti sindacali. “Senza la nostra richiesta di comunicazione urgente – spiega Galletti – non ci sarebbe stato alcun coinvolgimento del Consiglio regionale, né informazione a riguardo. Noi, invece, ritenevamo fondamentale condividere e informare tutti i portatori d’interessi sulle modalità con cui sarebbe stato riconosciuto il valore aggiunto di chi ha lavorato a lungo nei centri per l’impiego formandosi e acquisendo una competenza che non deve essere dispersa”.

L’iter dedicato all’introduzione strutturale del Reddito di cittadinanza prosegue: “Il governo – sottolinea – ha destinato un miliardo di euro alle regioni per potenziare personale e strumenti dei Cpi, non solo per le politiche attive del lavoro, ma anche per il Reddito di cittadinanza. Ora deve essere impegno della giunta redigere un bando che tuteli e stabilizzi le professionalità che sono riuscite a lavorare nei Cpi in questi anni. Lavoratori che hanno spesso sopperito alle carenze strumentali e alla precarietà cui sono stati sottoposti per anni”.
Adesso, approvato l’ordine del giorno, l’assessore regionale Cristina Grieco proseguirà nel lavoro d’interfaccia con il governo. “Ma la linea tracciata, per fortuna, – conclude Galletti – ora è chiara: la giunta si è impegnata a garantire, nell’ambito della cornice legislativa attuale, il massimo delle premialità e punteggi per valorizzare le esperienze di chi ha lavorato in questo settore. Questo è solo un passo in avanti, anche se fondamentale, per ridisegnare interamente le funzionalità e l’operatività dei centri per l’impiego in Toscana”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“L’ipotesi elezioni mi sembra che sia ora non attuale. Spero

“Non abbiamo abboccato votando contro e non abboccheremo mai alla

Commuovente incontro, ieri alla Camera, con alcune caregiver. Donne eroiche,

Tre cifre. Tre dati di fatto incontestabili che dovrebbero indurre

L’AQUILA – “Come si può definire, secondo voi, la nostra

La generazione Z, ovvero i nati dopo il 1995, naviga

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.