ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Gastronomia Umbra: picchetto dei lavoratori licenziati ai cancelli, bloccata la produzione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Gastronomia 1

Momenti di tensione e intervento delle forze dell’ordine stamattina ai cancelli della Gastronomia Umbra, dove i lavoratori licenziati e senza stipendio, insieme alla Flai Cgil, hanno bloccato l’ingresso ai cancelli e la prosecuzione dell’attività attraverso una cooperativa esterna. “Siamo costretti a mettere in campo questa forma di protesta dura, ma legittima – afferma Michele Greco, segretario generale della Flai Cgil dell’Umbria – perché non possiamo accettare in nessun modo che questi lavoratori vengano messi alla porta dopo decenni di servizio, impegno e amore per il loro lavoro, sostituiti come se niente fosse con altri che costano meno di loro”.
Nel corso della mattinata ai cancelli c’è stato anche un breve confronto con il titolare, al quale sindacato e lavoratori hanno chiesto di pagare gli stipendi arretrati o, in alternativa, di attivare la cassa integrazione per consentire ai lavoratori e alle loro famiglie, da due mesi senza salario, di respirare. “Al momento però non abbiamo segnali concreti da parte dell’azienda e per questo abbiamo chiesto la convocazione di un tavolo in prefettura – conclude Greco – intanto, siamo pronti a proseguire la nostra mobilitazione”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Parliamo di 11mila persone che hanno visto dimezzarsi lo stipendio

CORONAVIRUS: ESPOSTO CODACONS A 104 PROCURE DI TUTTA ITALIA CONTRO

BENE TAGLIO IVA, BENEFICI AUMENTANO PER NUCLEI NUMEROSI L’eventuale taglio

L’Agenzia Biomedica Federale Russa annuncia nel proprio sito istituzionale di

Con entrambi ho avuto lunghi colloqui, che hanno costituito l’occasione

Matteo Berrettini entra nello storia del tennis italiano conquistando i

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.