ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Gentile Presidente, mi rivolgo a Lei nell’ora più buia per il nostro Paese, per chiederLe di fare presto

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
ruotolo

C’è una parte del Paese, Napoli e gran parte del Mezzogiorno, che ha fame. Il sottoscritto si è fatto promotore con altri senatori della Repubblica di una interrogazione urgente ai ministri competenti per sollecitare una serie di interventi concreti per quella parte della popolazione che nel lavoro sommerso ha trovato il suo sostentamento economico e che oggi non ha nessuna forma di tutela.
Le notizie che giungono da Palermo con l’assalto organizzato ad un supermercato al grido di “basta stare a casa, non abbiamo soldi per pagare, dobbiamo mangiare”, impongono misure immediate prima che esplodano le proteste sociali che saranno difficili da contenere. Secondo studi recenti, il valore dell’economia irregolare nel Sud del Paese ammonta al 30 per cento del Pil. Bisogna perciò agire subito perché, come afferma il ministro per il Mezzogiorno, Peppe Provenzano, è a rischio la tenuta democratica. Si estenda il reddito di cittadinanza anche a questa categoria di lavoratori invisibili. Servono soldi immediati per mettere il piatto a tavola. Certo, il Coronavirus colpisce tutti ma a pagarne di più i costi sono i poveri e i più poveri. Fate presto!
Sandro Ruotolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

rossi

Il suo giornale, il Sole24ore, parla di crescita, di PIL

Dopo Tom Hanks con la moglie e la Bond girl

TRASPORTI: ROZZA (PD): “LA LOMBARDIA NON È COME LE ALTRE

Ecco di seguito le principali misure restrittive. SPOSTAMENTI – In

Ieri in commissione ambiente del Parlamento Europeo abbiamo adottato una

Il suono dei campanacci, le note della banda, ma anche

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.