ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Gli 80 anni di Al Pacino: i mille volti di un attore-leggenda

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
pacino

Lunga la sua carriera ha dato vita a memorabili personaggi impressi nella storia del cinema, dal boss Michael Corleone fino al sindacalista Jimmy Hoffa

“Tutti pensano che gli attori sono dei bugiardi. Si dice: ‘Smettila di recitare’. Ma io credo che si reciti solo nella vita, mentre nell’arte si persegue solo la verità”, parola di Al Pacino, che il 25 aprile taglia l’importante traguardo degli 80 anni. Icona vivente del cinema internazionale, nella sua lunga carriera l’attore ha dato vita a personaggi memorabili, protagonisti di film che sono vere e proprie gemme della settima arte, dalla trilogia de “Il Padrino” a “Scarface”, da “Un pomeriggio di un giorno da cani” a “Ogni maledetta domenica”.
Che si nomini Michael Corleone o Carlito Brigante, Tony Montana o Serpico, c’è solo uno sguardo che viene in mente, ed è quello intenso e penetrante di Al Pacino.

Nato a New York il 25 aprile 1940 da genitori emigrati negli Stati Uniti dall’Italia, Alfredo James Pacino trascorre un’infanzia difficile e tormentata, anche a causa dell’abbandono della famiglia da parte del padre. Favorito da una faccia che non si dimentica, da adolescente comincia ad essere attratto dalla recitazione, e la svolta arriva quando incontra Lee Strasberg, maestro dell’Actor’s Studio, che diviene il suo mentore.

Sui palcoscenici dei piccoli e sconosciuti teatri della Grande Mela fa l’incontro decisivo, quello con Francis Ford Coppola, che gli regalerà il ruolo chiave della sua carriera, il boss Michael Corleone in “Il Padrino”. Inizia così la sua ascesa nell’Olimpo di Hollywood, che grazie alla saga divenuta uno dei capisaldi della storia del cinema conquista anche una nomination agli Oscar alla sua prima interpretazione importante.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Fra le vincitrici in ombra dell’ultimo Presidente degli Stati Uniti

Diversi arresti al Pride di Varsavia, tra cui “anche un

«È un piccolo passo fatto con il metodo giusto: la

LE PROPOSTE PER I RIDER IN AUDIZIONE AL COMUNE DI

Usciremo dalla crisi quando avremo messo in atto un piano

Lunedì 1° febbraio 2016 – 18.15 Fondazione Culturale San Fedele

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.