Gli pignorano casa, la brucia per disperazione: l’ennesimo dramma di fronte al quale l’Italia volta la testa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
vigili-del-fuoco

Una storia terribile, l’ennesima di un’Italia che non ce la fa, di cittadini che si sentono lasciati di colpo soli quando iniziano le difficoltà, solitamente economiche, e che finiscono baratri senza fine, sempre più disperati. Un racconto che arriva dalla Sardegna, per la precisione da Teulada, dove un uomo di 71 anni si è trovato allo stremo delle energie fisiche e mentali, a compiere un gesto fortissimo: dare fuoco alla sua stessa abitazione.

La notizia è balzata agli onori della cronaca nelle scorse ore. L’uomo si era visto pignorare la propria abitazione dopo che, a seguito di una serie di problemi economici, non era più riuscito a pagare la rata del mutuo. Alla fine, ha alzato bandiera bianca. Ma non si è rassegnato all’idea di veder finire all’asta quella costruzione che per tanto tempo aveva chiamato “casa” e così ha deciso di distruggerla.

Intorno alle 2 della notte, il 71enne è entrato nel garage dell’abitazione dove aveva vissuto e ha appiccato un rogo. Anche a causa della presenza di una bombola di gas, le fiamme si sono propagate con estrema facilità, finendo per distruggere il garage stesso, il piano superiore della casa e danneggiando un’auto parcheggiata nei paraggi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Prima un post contro la manovra del governo Conte, poi

Il triste epilogo di AirItaly pone l’accento sulla fragilità delle

Il famoso calciatore Cristiano Ronaldo ha deciso di mettere a

I detenuti che hanno potuto usufruire di opportunità lavorative nell’anno

Va all’HF Lorenzoni la seconda edizione della Supercoppa femminile di

La decisione della Cassazione, che di fatto ha decriminalizzato l’uso

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.