GOVERNO: O. NAPOLI, APPELLO SALVINI PUÒ CAMBIARE VERSO A LEGISLATURA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
napoli

Leggere che il leader della Lega Matteo Salvini è preoccupato per le sorti della Banca Popolare di Bari e dell’Ilva a tal punto da proporre un comitato di salvezza nazionale per evitare che l’Italia affondi, è una sorpresa. È presto per dire se si tratta di una sorpresa bella e positiva per l’Italia. Certo è che non è trascurabile l’idea di far sedere maggioranza e opposizione attorno a un tavolo per decidere non più solo sulla legge elettorale ma quattro o cinque cose importanti prima di tornare alle urne.
​ ​ ​ Come ogni proposta politica, è giusto attendere qualche giorno per capire se essa ha un solido contenuto o se, al contrario, è l’ennesimo diversivo tattico di chi si preoccupa solo di andare quanto prima alle urne. Se a prevalere sarà la prima ipotesi, allora Salvini avrà sintonizzato la Lega sulla realtà drammatica che vive il Paese e l’attuale maggioranza dovrà assumersi la responsabilità di rifiutare la mano tesa del leader leghista. Se invece è ancora il tatticismo elettoralistico a prevalere, allora avremo perso altro tempo prezioso. Personalmente sono portato all’ottimismo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

In 10 anni nel Paese gli over 65 hanno registrato

Il Dipartimento Politiche Sociali ha aggiudicato il servizio di Unità

SANITÀ. TUMORI, MARCHETTI: CON ‘ROME TRIAL’ TERAPIE ‘CUCITE ADDOSSO’ A

Carlo Calenda propone un governo di garanzia, stabile e che

Infatti, un’analisi puntuale condotta da 3 docenti universitari (Thomas Tørsløv

Parlo anche di quelle più silenziose che, a prima vista,

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.