ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Marcozzi su Autorità di Sistema Portuale Ancona

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
marcozzi

“Il Presidente Marsilio deve smettere di parlare e cominciare a fare. In questi giorni lo vediamo partecipare a convegni in giro per l’Europa e rilasciare molte dichiarazioni, senza fare ciò che realmente dovrebbe per l’Abruzzo: rilanciare l’economia, favorire la creazione di un piano di investimenti e agevolare la creazione di nuove infrastrutture nella nostra regione. La prima soluzione per andare nella direzione giusta è a portata di mano ed è lo spostamento dell’Autorità di Sistema Portuale da Ancona a Civitavecchia. E allora cosa sta aspettando?”. Ad affermarlo è il capogruppo M5S in Consiglio regionale Sara Marcozzi. “Tutto quel decisionismo – prosegue – che Marsilio ha sbandierato sia in campagna elettorale che nel discorso programmatico in occasione dell’insediamento del Consiglio regionale, è svanito. Prima si è nascosto nel silenzio, ignorando le richieste di associazioni di categoria, imprenditori e sindacati per arrivare al passaggio di Autorità di Sistema Portuale a Civitavecchia. Adesso ha iniziato una lunga serie di incontri e convegni di cui, fino al marzo scorso, sembrava non averne alcuna necessità. Mi chiedo cosa ci sia dietro a tutta questa attesa, per quale motivo stia tergiversando su un tema decisivo per il nostro futuro, mentre basterebbe solamente la sua volontà, tanto granitica a parole quanto inconsistente alla prova dei fatti, per ottenere questo importante risultato”. “Marsilio è stato eletto – conclude – per prendere decisioni, non per partecipare a convegni. Si tratta di una materia di sua esclusiva competenza e spetta a lui, in prima persona e senza chiedere autorizzazione alcuna, rispettare un impegno preso. L’intero tessuto economico regionale chiede a gran voce di spostare l’Autorità di Sistema Portuale da Ancona a Civitavecchia per essere protagonisti nel corridoio Tirreno-Adriatico e metterci finalmente al centro della cartina geografica europea, attirando investimenti, creando lavoro per gli abruzzesi e facendo partire un piano di rilancio per i prossimi venti anni. Questo dovrebbe fare un Presidente di Regione che ha veramente a cuore la propria terra. Non continuare a perdere tempo e rimandare, senza spiegazione alcuna, una decisione giusta”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

guardia di finanza

46 INDAGATI E UN CENTINAIO DI PERQUISIZIONI IN CORSO La

Il cappello di lana calato sulla fronte, il giubbotto chiuso

A Moncrivello il 14 e 15 Settembre una due giorni

A Monza arriva la prima vittoria in carriera per il

Imu in vista. Si avvicina infatti la data del 16

La Jihad Islamica ed Israele, con la mediazione dell’Egitto, hanno

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.