ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

I PUGLIESI TARTASSATI DAI COMUNI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
puglia

RIFIUTI, CAROLI (FDI): I PUGLIESI TARTASSATI DAI COMUNI E LA REGIONE FINANZIA IL SESTO IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO PRIVATO A ERCHIE. A SOCIETA’ VENETA 6 MILIONI

“Una famiglia pugliese composta da tre persone e che vive in un appartamento di 100 mq paga una tassa rifiuti annuale (TARI) di 343 euro. Solo le famiglie siciliane e campane pagano di più. Nelle altre Regioni il costo è nettamente inferiore, e per gran parte gli impianti sono pubblici (in Trentino Alto Adige, per fare solo un esempio, la Tari è di 178,5 euro).

“”In Puglia ad oggi gli impianti di compostaggio sono cinque (Modugno, Ginosa, Laterza, Manduria e Lucera) e sono invece tutti privati, e presto se ne potrebbe aggiungere un sesto.

“La Giunta regionale, infatti, nell’ultima seduta del 2020 (il 29 dicembre) ha concesso alla Società Heracle di Venezia un finanziamento di 5.806.302,63 euro per la realizzazione di un impianto di Compostaggio a Erchie, in provincia di Brindisi.

“Ora se i privati in questo settore consentissero ai pugliesi di pagare una Tari inferiore, come succede l? dove gli impianti sono pubblici, ben vengano: ma la sensazione è che i pugliesi paghino due volte lo smaltimento, la prima con una tassazione altissima (la terza in Italia), la seconda con finanziamenti pubblici (parliamo di circa sei milioni di euro) che erogati dalla Regione sono di fatto soldi dei pugliesi.

“”La Politica continua volutamente a sottovalutare un tema molto complesso quanto delicato, che prima o poi porterà i Comuni a non poter più sostenere le elevate somme necessarie per l’espletamento di tale servizio, o – peggio – li costringerà ad aumentare sempre più la Tari, già molto elevata rispetto ad alcune Regioni del nord Italia e quasi raddoppiata se si guardano le tariffe comunitarie.

“Inoltre, per le ARO indire ‘Bandi di Gara’ confrontandosi unicamente con il monopolio dei privati diventa molto complicato quanto svantaggioso economicamente.

“Nel 2012, per?, il Cipe per la realizzazione nella Regione Puglia di Impianti di Compostaggio Pubblici utili per la Chiusura del Ciclo, stanzi? 21 milioni di euro e l’AGER ha previsto la realizzazione di 4 Impianti di Compostaggio Pubblici. Uno dovrebbe essere realizzato nella provincia di Brindisi. Siamo convinti che questa è l’unica strada che pu? portare concretamente ad una riduzione della tariffa di conferimento, ferma ad oggi intorno a 160 euro per ogni tonnellata di umido (organico) da smaltire, follia pura.

“In sintesi, la futura entrata in funzione del nuovo impianto (privato) che si sta realizzando ad Erchie dimostra quanto vulnerabile sono i nostri territori, dal momento che dall’oggi al domani, chiunque attraverso cavilli burocratici o battaglie legali pu? essere legittimato a fare business sulla pelle dei cittadini, passando paradossalmente per salvatore della patria.

“Basti pensare che il costo totale dell’impianto è di 19.358.338,15 euro, a fronte di un incremento occupazionale di 12 o forse 13 persone”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Tappe successive a Stiava, Massarosa e Piano di Mommio Appuntamento

Ho depositato oggi una interrogazione al ministro delle infrastrutture e

trump

Il senatore del Vermont Bernie Sanders ha detto al New

In un anno le presenze alla biblioteca comunale sono aumentate

tele

USA DIO PER PROMUOVERE SCONTI. OFFESA A CREDENTI, ESPOSTO A

GENOVA – Ci saranno anche oltre un migliaio di militanti

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.