ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Il 25 marzo del 1927 nasceva Tina Anselmi, madre della Repubblica Italiana

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
164102294_970065573530337_8510642903017869_n

Prima ministra della storia italiana, nominata nel luglio del 1976 titolare del dicastero del Lavoro e della Previdenza sociale, a lei si deve la riforma che introdusse il Servizio Sanitario Nazionale.
La Anselmi ha anche presieduto l’importante Commissione d’inchiesta sulla loggia P2.
Da ragazza prese parte alla Resistenza col nome di battaglia “Gabriella” mentre nel secondo dopoguerra si laureò in Lettere all’Università Cattolica di Milano.
Ricordare queste figure significa ribadire che la nostra storia politica è fatta anche di persone giuste e appassionate, capaci di mettere l’interesse comune sopra ogni cosa.
L’esempio di Tina Anselmi, ancora oggi, è un faro e una guida per tutti noi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“Il settore dello zucchero ha bisogno di interventi urgenti per

covid

Il ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati

Il lockdown ha messo a dura prova decine di migliaia

piscina

Davide Bordoni, coordinatore romano di Forza Italia. La Capitale d’Italia

papa

Il Pontefice: “L’indifferenza e il rifiuto che le nostre società

L’assessore ai Servizi demografici, Giuseppe Mattina, è stato presente presso

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.