Il Covid ha azzerato l’intero comparto aereo continentale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
patuanelli

Questo dramma offre l’occasione concreta alla nostra compagnia di bandiera di rialzarsi e di affrontare le complessità di un mercato da riconquistare, partendo al pari di tutte le altre compagnie di bandiera europee. I due professionisti che dovranno gestire e affrontare questa sfida sono Francesco Caio e Fabio Lazzerini, che potranno guardare al passato per verificare puntualmente tutti gli errori da non ripetere nella gestione di una compagnia aerea, dai capitani coraggiosi in poi. Senza farsi condizionare da scelte politiche non compatibili con il mercato.

Anche per quanto riguarda Taranto, non ci siamo mai dimenticati, nemmeno per un secondo, dell’ex-Ilva. Pochi giorni fa si è chiusa la decennale vertenza della ferriera di Servola, con la sottoscrizione dell’Accordo di Programma. Trieste può diventare un modello anche per Taranto, dove l’ingresso dello Stato dovrà tutelare ambiente e occupazione, accompagnando il privato in un percorso che dovrà trasformare l’Ilva nell’acciaieria più all’avanguardia d’Europa, in un processo di decarbonizzazione che deve iniziare subito. E qui sì che dovremo sfruttare ogni singolo centesimo messo a disposizione dall’Europa, come i fondi del Just Transition Fund. Ne ho parlato la scorsa settimana con il commissario per il Green Deal europeo Frans Timmermans, che mi ha confermato il sostegno incondizionato della Commissione europea al progetto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

MUSEI CAPITOLINI Luca Signorelli e Roma. Oblio e riscoperte Attraverso

Anche quest’anno un bimbo è deceduto all’interno di un’auto in

“Sono estremamente dispiaciuto nel dover prendere le distanze da un

Per leggere i disegni di legge sul salario minimo (PD:

“Spero si risolva la partita 0-3 e dei centri estivi.

“Non solo il 25 novembre”. La violenza sulle donne va

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.