Il disegno neo-ottomano di Erdogan incendia il Mar Egeo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
erdogan

La storia si è rimessa in moto lungo percorsi difficilmente prevedibili e le acque placide del Mediterraneo, attraversate dai venti di guerra fra Turchia e Grecia, ne sono la prova più evidente. Il Governo turco ha annunciato di voler tenere il prossimo 1 e il 2 settembre delle esercitazioni militari navali nel mare antistante la Repubblica Turca di Cipro del Nord, l’unica parte dell’Unione Europea occupata militarmente da una potenza straniera che da oltre 20 anni ha insediato un “paese fantasma”, al di fuori della legalità internazionale e non riconosciuto da nessun paese membro delle Nazioni Unite.

Le esercitazioni militari turche seguono le esercitazioni navali congiunte “Eunomia” delle Marine di Grecia, Italia, Francia e Cipro iniziate il 24 agosto e nate in risposta alle ripetute minacce turche con le esplorazioni illegali di idrocarburi da parte della nave di ricerca “Orç Reis”, scortata da otto fregate, droni e caccia F-16 di Ankara.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

IN NUMEROSE ZONE CASSONETTI STRACOLMI E SPAZZATURA SU MARCIAPIEDI. E

Raccogliendo e condividendo l’invito del Presidente dell’Assemblea legislativa Marco Squarta

Casa del cinema: dal 6 luglio torna Caleidoscopio, la stagione estiva

E’ dura la presa di posizione di Massimo Ferrero sulle

Sottosegretario Salvatore Margiotta, Autostrade sembra aver accettato tutte le condizioni

… Che tende una mano a chi veramente ha bisogno,

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.