il duo Ivan Cottini e Maria Bernardi sul palco dell’Ariston per celebrare la bellezza e la vita

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
ivan-cottini-e-bianca

Il giovane si è  esibito  con la compagna Maria Bernardi, durante la serata finale del Festival della canzone italiana

Sarà il duo Ivan Cottini e Maria Bernardi a ballare sul palco dell’Ariston per celebrare la bellezza e la vita. Lui, persona con sclerosi multipla (SM), e lei, danzatrice e sua compagna di viaggio, si esibiranno sabato 8 febbraio nella finalissima di Sanremo, la serata che decreterà il vincitore della settantesima edizione del Festival della canzone italiana, seguita da milioni di persone in tutto il mondo. Una serata in cui portare un solo messaggio: la diversità è bellezza, ed è un valore aggiunto per la società.

È stato il conduttore Amadeus a volerli al Festival di Sanremo, dopo aver visto un video di “Ballando con le Stelle”, trasmissione presentata da Milly Carlucci, in cui Cottini e Berardi si sono esibiti. “Sarà una grande fatica per me essere sul quel palco perché la malattia sta progredendo e non mi dà tregua – spiega Ivan Cottini – ma voglio essere lì e accettare l’invito e sarò a Sanremo per mostrare che tutto è possibile se lo si vuole, e che la mente non conosce disabilità”. Per Ivan la danza è l’antidoto alla sua malattia, come ha dichiarato recentemente: “Quando ballo non mi sento malato ed è il mio modo di prendere la sclerosi multipla a calci. Io, dopo che ho ballato, sto bene ‘di testa’ anche se fisicamente sono dolorante. E se si sta bene di testa si vince su tutto, malattie comprese. È questo il mio grande segreto”.

Ivan Cottini, marchigiano, è nato nel 1984 e durante la sua carriera ha fatto il fotomodello e il ballerino, fino alla sua partecipazione ad “Amici” di Maria De Filippi. A 27 anni ha scoperto di avere la sclerosi multipla. Tutto è svanito in un attimo: fidanzata, lavoro, futuro. Da quel momento, la sua vita è cambiata radicalmente. Poi, dalla depressione alla positività: mettercela tutta per combattere la malattia ed essere un esempio per chi convive con la SM. Oggi, Ivan ha una nuova compagna e una figlia e, nonostante la malattia, una forma aggressiva di SM che debilita velocemente il suo corpo, non ha abbandonato la sua passione per il ballo. La danza e sua figlia Viola continuano ad essere la sua ragione di vita.

Il messaggio che Ivan porta avanti è arrivato lontano: il giovane aiuta ogni giorno tantissime persone e tanti giovani che di fronte alla malattia si erano arresi, ma che con l’esempio di Ivan hanno cominciato a reagire. Ivan è supportato da AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, con la quale ha partecipato a molte serate di beneficenza e incontri nelle scuole, per sensibilizzare e raccogliere fondi. Sua la donazione di pulmini alla sede provinciale di AISM-Pesaro nelle Marche.

Per il suo impegno personale e sociale, Ivan Cottini è stato insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Prosegue l’impegno delle prefetture per la ripresa delle attività economico-produttive.

E credo che la nostra energia oggi sia più preziosa

Quando sei pervaso da una mania di onnipotenza, non riesci

Quanto riportato da alcuni articoli di stampa circa la posizione

ADUSBEF, CODACONS, CODICI E ASSO-CONSUM SI APPELLANO A PARLAMENTO AFFINCHE’

Dal 5 al 30 maggio un ricco calendario di appuntamenti

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.