Il lavoro per l’Aeroporto di Crotone va avanti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
69246439_466412833911379_1145167928996397056_n

Il lavoro per l’Aeroporto di Crotone va avanti. Il presidente della Regione, proprio ieri, dopo aver chiesto ed ottenuto la delega dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha indetto la Conferenza di Servizi finalizzata a definire il contenuto degli Oneri di Servizio Pubblico da imporre sui vari collegamenti aerei che insistono sull’aeroporto di Crotone.
Dopo lo stanziamento di nove milioni di euro per l’Aeroporto di Crotone, deciso con la finanziaria licenziata dal Parlamento lo scorso dicembre, come ben sottolineato dal comunicato della Regione Calabria, lo scorso 8 agosto, il Ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, aveva firmato la lettera con la quale delegava formalmente il Presidente della Regione Calabria a indire la conferenza dei servizi per l’aeroporto di Crotone prodromica all’individuazione delle tratte e, conseguentemente, all’espletamento dei bandi di gara per l’assegnazione del relativo servizio.
La Conferenza di Servizi servirà ad individuare i collegamenti più efficaci ed efficienti per l’aeroporto di Crotone (che dovrebbero essere Roma, Torino e Venezia e serviranno a garantire la continuità territoriale), tipologie e livelli tariffari, nonché i soggetti che potranno usufruire di sconti particolari, il numero e lo scheduling dei voli, i tipi di aeromobili che verranno utilizzati e la capacità dell’offerta.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

CALA IL PIL E SI AGGRAVA IL RAPPORTO DEFICIT-PIL. CONSUMI

L’ex presidente dell’Unione Sovietica Mikhail Gorbaciov ha indicato chi ha

Secondo il canale televisivo libanese al-Mayadeen, che cita fonti irachene,

La settimana che sta per iniziare è una settimana molto

Bilancio positivo per Libr@ria 2019, una quinta edizione all’insegna dell’arte

Quasi 70.000 aziende chiedono alla Prefettura la deroga a produrre.

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.