ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish

Il monologo di Vanessa Incontrada: “Il talento non basta. Siamo forti, andrà tutto bene”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
vanessa                                  1929491_27936200202_4303_n

“Il futuro arriva in un attimo e nessuno può sapere cosa accadrà. Abbiamo dovuto cambiare, abbiamo dovuto ascoltare, fermarci e cambiare le nostre abitudini. E lo abbiamo fatto, ognuno a suo modo. L’unica speranza è che tutto questo ci serva per imparare qualcosa”. Il monologo di Vanessa Incontrada ai ragazzi di “Amici 19” non è solo un incoraggiamento a credere nelle proprie potenzialità ma anche un invito a imparare dal presente.

La showgirl e attrice, giudice del programma, prima della fine della quarta puntata ha parlato così ai ragazzi: “A noi adulti nel dare valore a ciò che abbiamo, a voi ragazzi per pensare prima di dire una cosa d’istinto. Oggi ho 41 anni e quando mi guardo indietro vedo tutti gli errori che ho commesso, però ho imparato anche tante cose. Il talento non è abbastanza, perché prima dobbiamo mantenere viva la voglia di ascoltare. Ho imparato che chi sceglie di essere artista deve guardare il mondo in modo particolare. Onestà, gratitudine , coerenza, sono fondamentali. Scegliete chi volete essere, sempre, ma vi chiedo di essere persone prima che artisti. E soprattutto non abbiate paura di esser vulnerabili, perché una delle cose che un artista non può permettersi è lasciare gli altri indifferenti. Spero che vi portiate queste parole nel cuore, ci tenevo a dirvelo. Siate forti, siamo forti. Andrà tutto bene”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

ronzulli

“L’Italia teme il coprifuoco ed eventuali nuovi lockdown, gli aiuti

raggi

Virginia Raggi annuncia la nascita del “condominio sociale” uno spazio

Le parole del microbiologo, ospite di Cartabianca: “Soluzione che peggiora

Secondo quanto riportato da un quotidiano romano, l’ AGCOM ritiene

“Il blocco dei licenziamenti ormai è un blocco delle assunzioni.

Abbiamo raccolto tra gli esclusi gridi di indignazione a loro

ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.