Il Preparatore Guazzaloca: “Dall’ultima stagione spunti utili anche per il mio lavoro”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
05062019guazzaloca

Fra i tanti componenti dello staff tecnico che sta dirigendo con particolare cura il mese di attività post season di Trentino Volley alla BLM Group Arena figura anche Alessandro Guazzaloca. Per due mattine alla settimana, il Preparatore Atletico gialloblù segue personalmente i giocatori presenti in sala pesi, offrendo loro utili consigli non solo rispetto a come svolgere gli esercizi ma anche sul lavoro da svolgere durante l’estate, quando gli allenamenti a Trento saranno già conclusi.
“L’attività che stiamo svolgendo durante questo periodo è prevalentemente tecnica e quindi il mio obiettivo è quello di fornire ai presenti i mezzi necessari per mantenere una buona condizione di forma che consenta loro di svolgere al meglio le sessioni sul campo principale – ha spiegato il trainer emiliano a Trentino Volley Tv – . Propongo quindi seduti a monitorare le caratteristiche fisiche degli atleti ma anche a garantire un fisico pronto a tanti allenamenti nel giro di pochi giorni”.
La stagione appena conclusa, la seconda assoluta di Guazzaloca a Trento, ha fornito tanti spunti utili anche per la preparazione di quella successiva, che vedrà i gialloblù tornare in palestra a fine agosto. “I mesi di maggio e giugno sono tradizionalmente quelli che vengono utilizzati dallo staff tecnico per analizzare con cura ed attenzione ai particolari quanto accaduto negli otto mesi precedenti – conferma – . Dal mio punto di vista posso dire che, anche al di là dei risultati, l’annata agonistica 2018/19 è stata molto positiva. Il percorso compiuto è stato importante, anche perché siamo riusciti a tenere sempre alto il livello di condizione fisica generale e tutto ciò non è così scontato. Abbiamo ricevuto un buon feedback dalla innovativa metodologia di lavoro che abbiamo applicato, qualcosa di inedito anche rispetto al mio passato ma che evidentemente ha dato buoni frutti e su cui insisteremo ancora in futuro, magari perfezionandola ulteriormente. Ai pochi giocatori della rosa che non sono stati convocati in Nazionale ho preparato un programma di lavoro per i prossimi due mesi in modo da partire subito da un’ottima base quando inizieremo la preparazione. Codarin e De Angelis da questo punto di vista fanno un caso a parte, visto che si stanno allenando con noi in questo periodo. Sono poi curioso di poter allenare anche il nuovo acquisto Klemen Cebulj, uno schiacciatore che ha sicuramente buone qualità fisiche e di esplosività ma che nella mia carriera non ho mai avuto modo di seguire prima. Fin dai primi giorni di allenamento insieme studieremo quindi un programma per farlo migliorare, se possibile, ancora”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Il Comitato Salute Pubblica ha scelto di avere una presenza

FOGGIA – “Foggia sarà l’ultima fermata di Terre di Nessuno,

“Caro Direttore, io accuso Salvini. Lo accuso perché sta cancellando

“Il successo personale del presidente Berlusconi non può né deve

Il trionfo delle arti, delle tradizioni e del folclore Festeggiati

Festival Musica Popolare sul Collio esalta identità territorio “Con la

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.