Il “Servizio Buongiorno” di Auser Perugia a supporto delle persone anziane

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Servizio Buongiorno covid

Vaccinazioni anti covid-19: il “Servizio Buongiorno” di Auser Perugia a supporto delle persone anziane
Chiamando il numero 0755005666 sarà possibile farsi prenotare l’appuntamento

Da domani, giovedì 25 febbraio, sarà possibile prenotare il vaccino anti covid-19 per tutti gli over 80 dell’Umbria, ma le modalità di prenotazione (portale web o recandosi presso una farmacia) potrebbero rappresentare un ostacolo per una parte consistente di questa ampia fetta di popolazione. Nasce da qui l’idea di Auser Perugia e dei partner del progetto “Servizio Buongiorno” – realizzato con il sostengo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, in collaborazione con il Comune e molte realtà associative del territorio – di “accompagnare” le persone bisognose di aiuto alla prenotazione. “Basterà chiamare il nostro numero 0755005666, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 – spiega Franca Gasparri, presidente di Auser Perugia – per attivare il servizio, che si farà carico di prenotare direttamente la vaccinazione. Noi ci rivolgiamo prioritariamente alle persone anziane e del territorio di Perugia – continua – ma è evidente che cercheremo di dare una mano a chiunque si rivolgerà a noi”.
Il “Servizio Buongiorno” attivo già da ottobre 2020, è nato con l’obiettivo di prevenire e contrastare l’isolamento sociale delle persone anziane. “E l’isolamento può anche determinare difficoltà oggettive nell’accedere a un servizio essenziale come la vaccinazione – continua Gasparri – ecco perché abbiamo pensato insieme ai nostri partner di allargare il supporto telefonico anche a questo ambito. Inoltre, se si renderà necessario, come Auser siamo anche pronti ad attivare i nostri mezzi per l’accompagnamento delle persone che hanno difficoltà a spostarsi autonomamente, per quanto, nelle situazioni di maggiore fragilità, sia giustamente prevista la vaccinazione a domicilio da parte dei medici di famiglia”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Il Next Generarion Eu è una grande occasione per il

L’Inter non va oltre il 2-2 in casa del Verona

Per gli esponenti di Italia viva “le tante multe agli

La sua simpatia è contagiosa. Succede che scopre di essere

“In un reparto dell’ospedale San Martino, dove un’infermiera ha rifiutato

PORDENONE – La pandemia non ha fermato le attività della

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.