IL VADEMECUM PER LA SICUREZZA CARABINIERI-ASCOM PRESENTATO AD ABANO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
SICUREZZA-ABANO

PRESENTATO  A MONTEORTONE IL VADEMECUM CARABINIERI – ASCOM PER LA SICUREZZA DEI COMMERCIANTI E DEGLI OPERATORI DELL’AREA TERMALE.
IL COMANDANTE DELL’ARMA, TURRINI: “COLLEGATE GLI ALLARMI DEI NEGOZI AL 112”
Prevenire è senz’altro meglio che curare: vale per la salute ma vale anche per la sicurezza, avvertita come bisogno primario da parte dei cittadini.
E’ partita da questo assunto l’iniziativa che ha messo assieme Arma dei Carabinieri e sezione mandamentale di Abano Terme di Confcommercio Ascom e che ha prodotto un vademecum che offre “consigli utili per la tutela e la sicurezza di esercenti e commercianti”.
L’opuscolo è stato presentato ieri sera nel corso di un incontro, decisamente partecipato, promosso dall’Ascom e svoltosi alle Terme San Marco di Monteortone e al quale è intervenuto il comandante della Compagnia Carabinieri di Abano Terme, il tenente colonnello Marco Turrini.
“Collaborazione” è stata la parola d’ordine che ha fatto da “fil rouge” a tutta la serata aperta dall’intervento di Claudio Lazzarini, presidente mandamentale dell’Ascom Confcommercio e seguita da quelli del sindaco, Federico Barbierato, del vicepresidente dell’Ascom, Michele Ghiraldo (da quest’ultimi la constatazione che nei comuni termali si vive e si opera in serenità) e dal presidente di Federpreziosi Confcommercio Padova, Simone Tasinato.
Una collaborazione che il comandante Turrini ha dato come fatto acquisito ma che potrà essere ulteriormente migliorato, ad esempio, cercando di collegare tutti gli impianti d’allarme (ora è una quota significativa ma non ancora maggioritaria) al 112, il numero di pronto intervento dell’Arma.
Tenere sotto controllo comportamenti anomali, illuminare l’interno e l’esterno del negozio, non accumulare grandi somme in cassa, prestare attenzione alle ore critiche (ad esempio quelle di chiusura), segnalare passaggi frequenti davanti al negozio di persone o auto sospette: queste le situazioni che il comandante Turrini ha indicato nel corso del suo intervento durante il quale ha illustrato anche l’attività dell’Arma nel territorio di pertinenza della Compagnia di Abano che copre una buona fetta della provincia.
Numerose e fonti di esperienze anche dirette le domande del pubblico incentrate in particolare (ne ha fatto ampio riferimento il presidente dei gioiellieri Tasinato) alle chat tra colleghi che si sono rivelate di grande utilità ma che vanno usate con attenzione.
A Franco Pasqualetti, vicepresidente vicario dell’Ascom e vicepresidente della Camera di Commercio è spettato il compito di chiudere la serata innanzitutto con un ringraziamento per l’opera dell’Arma e poi con una sottolineatura in ordine alla funzione sociale del commercio.
“Una vetrina accesa – ha detto Pasqualetti – è la migliore garanzia di lotta al degrado”.
Un tema che aveva fatto suo anche il presidente mandamentale Lazzarini in apertura di riunione alla quale sono intervenuti anche i comandanti di stazione dei carabinieri di Abano, Mario Sinigagliese e di Montegrotto, Biagio D’Angiolillo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“La Corte dei Conti ha chiesto a ottobre 2018 manovre

“Supporto convintamente la mozione presentata dai colleghi di Progetto Fvg

Trieste – “La fase di riavvio dell’economia e delle attività

Era ovvio che il business dell’accoglienza agli immigrati avrebbe finito

Parole e fotografie nel memoir in libreria per Adiaphora Edizioni

Gli Agenti dell’Ufficio Immigrazione, con l’ausilio di altri Reparti della

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.