Il vino italiano nel Decreto Rilancio. Contenimento produzione e miglioramento della qualità

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
vigna

Al fine di far fronte alla crisi di mercato nel settore vitivinicolo conseguente alla diffusione del coronavirus, è stanziato l’importo di 100 milioni di euro per l’anno 2020, da destinare alle imprese viticole obbligate alla tenuta del Registro telematico che si impegnano alla riduzione volontaria della produzione di uve destinate a vini a denominazione di origine ed a indicazione geografica attraverso la pratica della vendemmia verde da realizzare nella corrente campagna.

La riduzione di produzione di uve destinate alla vinificazione non può essere inferiore al 20% rispetto al valore medio delle quantità prodotte negli ultimi 5 anni, escludendo le campagne con produzione massima e minima, come risultanti dalle dichiarazioni di raccolta e di produzione presentate.

Entro 30 giorni dall’entrata in vigore del decreto legge, sono stabilite le procedure attuative, le priorità di intervento e i criteri per l’erogazione del contributo da corrispondere alle imprese agricole.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Le aspettative delle imprese sono influenzate positivamente dai programmi pubblici

Lunedì 13 gennaio l’attore sarà alla Casa del Cinema per

ECCO IL DECALOGO DEL CODACONS PER IL “BON TON DA

VACANZE, CODACONS: 34,5 MILIONI DI ITALIANI IN VILLEGGIATURA, SPESA SALE

Trieste  – Sarà operativo dall’autunno il piano straordinario di potenziamento

L’avventura Django Girls Italia continua! Sabato 19 Ottobre 2019 il

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.