IN #PIEMONTE LA #LEGA VUOLE ABBATTERE I #LUPI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
lupo2

L’ultima sparata – purtroppo è il caso di dirlo – della Lega arriva dal Piemonte, dove Alberto Preioni, presidente del gruppo leghista al Consiglio regionale, ha rilanciato la proposta di abbattere i lupi, dopo che un esemplare, per sfamarsi, ha attaccato una vitella in Val Vigezzo (che è sopravvissuta) e sbranato alcune pecore.

Preioni lancia pesanti accuse verso un animalismo, a suo dire, “bieco e talebano”, e vede nell’abbattimento selettivo dei lupi l’UNICA soluzione.

L’ennesima scorciatoia di chi non ha a cuore la natura: come ribadito dal Ministro Sergio Costa, non servono gli abbattimenti, ma una strategia di prevenzione che miri sia alla conservazione della specie (perché ricordiamolo: anche i lupi sono a rischio, dopo la distruzione umana dell’habitat!), che alla massima tutela per gli allevatori, che hanno ovviamente diritto a un rapido risarcimento.

Dare il via libera alle doppiette, come vorrebbe Preioni e la maggioranza in Regione Piemonte a trazione leghista, sarebbe, invece, un clamoroso danno per l’intero ecosistema!

— Tiziana Beghin

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Gorizia   – Palazzo Coronini Cronberg rappresenta uno scrigno che

Perrino, Leggieri e Carlucci: “Il sindaco di Viggiano, Cicala, il

“Il PD chiederà al ministro Toninelli di riferire agli organi

Il sindaco Gian Vittorio Campus ha incontrato questa mattina a

Oggi possiamo dirlo senza dubbi: quello che ha portato alla

BELLUNO – Aumenta la raccolta differenziata, cala la produzione di rifiuto

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.