INFLUENZA, CODACONS: SI A VACCINAZIONE, MA SOLO PER CATEGORIE A RISCHIO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
salute

NO AD ALLARMI INGIUSTIFICATI CHE SI TRADUCONO IN UN REGALO PER CASE FARMACEUTICHE

TESTATE DIFFIDATE A NON DIFFONDERE NOTIZIE FALSE CHE POSSONO PROVOCARE DANNI ALLA SALUTE

Parte anche quest’anno la solita campagna mediatica a favore della vaccinazione di massa, che utilizza l’influenza come ariete terrorizzando i cittadini circa il virus in circolazione e le conseguenze per la salute degli italiani. Una campagna del tutto sbagliata che si ripropone oramai ogni anno, e che rischia di tramutarsi in un enorme regalo per le case farmaceutiche.
La vaccinazione contro l’influenza è fondamentale, ma solo per le categorie a rischio, e per questo diffidiamo oggi le testate giornalistiche a non diffondere notizie false che possono provocare danni alla salute – spiega il Codacons – Anziani, bambini, e soggetti con particolari patologie devono vaccinarsi contro i virus influenzali, ma è impensabile promuovere attraverso la stampa e i mass media una vaccinazione di massa, anche perché le nefaste previsioni sul numero di italiani a letto con l’influenza vengono puntualmente smentite dai fatti: il numero di ammalati è sempre sensibilmente inferiore rispetto a quello previsto e addirittura anni fa il vaccino messo in commercio con troppo anticipo si rivelò sbagliato, determinando uno spreco di denaro non indifferente. L’invito incondizionato a vaccinarsi risponde a delle esigenze ben precise, quelle dell’industria farmaceutica, che mette con un certo anticipo sul mercato il vaccino antinfluenzale – denuncia il Codacons – e che non può certo rischiare un flop di vendite che arrecherebbe alle stesse ingenti danni economici, e per questo diffonde notizie che generano allarme ingiustificato tra i cittadini.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

A TU PER TU CON XABI FERNÁNDEZ, SKIPPER OLIMPIONICO DI MAPFRE

Imu e Tasi insieme in una tassa unificata: è questa

L’analisi degli ultimi dati congiunturali del settore delle costruzioni mette

I Parchi e le Reti di Riserve del Trentino sono

305 morti sul lavoro dall’inizio dell’anno, se aggiungiamo tutte le

Come l’ISIS, creato dal suo paese gli USA il primo

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.