Inquinamento acustico: Bestfon la nuova frontiera della tecnologia anti-rumore approda sul mercato

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
ambiente                                7fe6e913ef2b49a683c70869f548a716

L’azienda irpina Bestefa s.r.l. affascina la committenza internazionale con la sua linea inedita di sistemi antirumore: “Pochissime le aziende europee del settore con così tante certificazioni”.

Un passato di importanti collaborazioni quello della Bestefa s.r.l. di Rocco Iapicca da 50 anni operante a livello nazionale nel settore della produzione manifatturiera cementizia. Enel, Autostrade per l’Italia, Open Fiber, Terna, Sirti, Ericsson, Siemens, Tim,Ducati Energia, Schneider Electric, Valtellina, Ducati Energia, Ansaldo STS sono solo alcuni dei rinomati nomi con cui l’azienda ha avuto l’onore di collaborare affermandosi nel tempo come leader nazionale di settore.
L’impresa, oggi condotta da Massimo Iapicca presidente in carica di PMI Confindustria Avellino , ha fatto di innovazione e differenziazione dei punti di forza, leggendo nel cambiamento non un fattore critico ma uno stimolo propulsivo.
Attraverso uno slancio imprenditoriale moderno proteso alla sperimentazione continua e all’affinamento delle tecniche produttive, la Bestefa s.r.l.è riuscita a conferire nuovo vigore al proprio settore, affiancando alla produzione tradizionale di manufatti e strutture prefabbricate quella del tutto innovativa delle barriere acustiche.
Dinnanzi all’aumentata criticità dell’inquinamento ambientale e all’attenzione crescente al problema da parte del legislatore nazionale ed europeo, l’azienda irpina, sempre attenta ai cambiamenti della società e ai bisogni delle imprese, ha elaborato una soluzione innovativa per l’implementazione di piani di bonifica acustica previsti dalla legge in zone particolarmente rumorose in adeguamento alla dir. 2002/49/CE del 25/06/02 sulla determinazione e gestione del rumore ambientale.
Con il lancio di Bestfon, una linea di sistemi antirumore di nuova generazione studiata e progettata per ridurre notevolmente l’inquinamento acustico prodotto da strade, autostrade, aeroporti e cantieri, la Bestefa s.r.l. entra nel mercato internazionale dei sistemi antirumore.
L’inedita tecnologia brevettata Bestfon, frutto dell’expertise del team di professionisti Bestefa, è creata per minimizzare l’emissione del rumore mantenendolo entro la soglia limite di esposizione consentita dalla legge negli ambienti abitativi e nell’ambiente esterno.
Forti dell’esperienza fatta sul cantiere, i tecnici dell’azienda hanno dato vita a un sistema di barriere acustiche mobili e fisse dall’elevata durabilità, grande resistenza meccanica, alte prestazioni acustiche e manutenzione minimizzata e semplificata in grado di rispondere a tutte le esigenze della committenza pubblica e privata.
L’innovazione Bestfon unisce, mediante uno specifico processo produttivo, la resistenza e la durabilità del cemento alla performatività fonoassorbente di materiali innovativi quali PMMA, acciaio e di materiali a basso impatto ambientale quali argilla e legno per ottenere barriere dall’elevato potere fonoassorbente e fonoisolante. I sistemi antirumore rientrano in categoria A3 , A4, A5 per fonoassorbimento e B4 per fonoisolamento.
Notevole l’interesse per il prodotto riscontrato all’estero grazie alle numerose importanti certificazioni che il prodotto sottoposto a test è riuscito a ottenere. Bestfon ad oggi risulta uno dei prodotti con i più elevati livelli prestazionali attestati. In Europa si contano sulle dita di una mano- le aziende che con i loro prodotti hanno conseguito così tante attestazioni di qualità.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

dal 30 agosto all’8 settembre 2019 a Carmagnola (TO) Tutti

IL 23 E IL 24 AGOSTO IL PAESE DI POLLINA

Chiusa la Sp 724 “di Villanova ” nel comune di

Nell’era della cittadinanza digitale siamo entrati in un dilemma culturale

Oggi, nell’aula 116 dinanzi la II Sezione della Corte di

La Commissione ambiente ha discusso insieme ad alcuni soggetti pubblici,

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.