INSIEME PER DIRE BASTA AI GRAVI EPISODI DI INTOLLERANZA NEI CONFRONTI DELLA COMUNITÀ LGBTI POLACCA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
119583983_4407678365940317_1525061234297877569_o

Oggi davanti al Parlamento europeo, io insieme ad altri 31 europarlamentari dell’European Parliament Intergroup on LGBTI Rights, tutti meravigliosamente colorati, abbiamo voluto esprimere la nostra solidarietà alla comunità LGBTI polacca che da mesi è costretta a vivere in un orribile clima d’odio. Quasi 100 governi locali, infatti, hanno votato provvedimenti per dichiararsi “LGBT free zone” alimentando episodi di aggressione e intolleranza.

Mi auguro che domani, durante il suo discorso sullo Stato dell’Unione, la Presidente Ursula Von Der Leyen esca dal silenzio e proponga azione azioni concrete per la tutela dei diritti fondamentali delle persone LGBTI polacche.

L’Europa ha il dovere di garantire sicurezza e rispetto di ogni cittadino, indipendentemente dall’orientamento sessuale o identità di genere.

Qui potete leggere la lettera che ho inviato ai rettori delle università polacche per chiedere di prendere le distanze da questo clima d’odio e garantire sicurezza a tutti gli studenti.

Eleonora Evi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

“I decreti legge per essere tali devono avere due requisiti

Frana sulla Colobraro- Sinnica in peggioramento: strada interrotta al transito

Non solo le cavallette nelle campagne di Nuoro in Sardegna,

La presidente Simonetta Saliera col leader dei famigliari delle vittime

“LA ZECCA NON C’AZZECCA”: IN UN SIMPATICO FILMATO I CONSIGLI

Migliaia di persone senza energia elettrica, trasporti in tilt, strade

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.