INVASIONE GHIRI SUI NEBRODI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
ghiro

“Sono soddisfatto della richiesta dello stato di calamità naturale avanzata dall’Assessore all’Agricoltura Edy Bandiera per l’invasione dei ghiri sui Nebrodi che sta mettendo a rischio i noccioleti. Una richiesta che segue una nostra mozione presentata all’ARS.
Durante questi due anni di legislatura ho più volte proposto diverse misure per contrastare la diffusione di questa specie, che seppur protetta, si sta dimostrando pericolosa per i noccioleti a causa della sparizione dei pedatori che ne ha fatto crescere a dismisura il numero.
Una volta ottenuto lo stato di calamità, occorre modulare un Piano di intervento sotto l’egida dell’Ispra.
Il nostro impegno è stato e prosegue ad essere al fianco di tutte le autorità coinvolte per risolvere questa problematica, per valutare tutte le strade percorribili nel rispetto della natura e delle normative ambientali. Salvaguardare infatti le nocciole dei Nebrodi è fondamentale per garantire continuità a una fetta di mercato di qualità, invidiata in tutta Italia”.

Lo ha dichiarato Antonio Catalfamo, capogruppo della Lega all’ARS

GP

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Ancora una volta un’Authority interviene nei confronti delle compagnie telefoniche

“Gli Stati Uniti hanno lasciato l’Oms e noi valuteremo, in

“#IdeeItalia e’ una due giorni di incontri e di confronto

“Latte a bordo” è la frase che spicca sulla nuova

“Non so se l’eventuale fallimento della raccolta firme per il

LIGNANO PINETA – Con l’estate non poteva mancare, nel cartellone

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.