ISTAT, VENDITE AL DETTAGLIO IN CALO A MAGGIO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
cibo1-620x340

CODACONS: ITALIANI TAGLIANO ACQUISTI ANCHE SU CIBO, È EMERGENZA CONSUMI

SE AUMENTA IVA MIGLIAIA DI NEGOZI CONDANNATI ALLA CHIUSURA

Una debacle su tutti i fronti. Così il Codacons commenta i dati Istat sulle vendite al dettaglio di maggio.
“I numeri diffusi oggi dall’Istat confermano in pieno l’allarme lanciato dal Codacons: siamo in presenza di una vera e propria crisi dei consumi in Italia, e il governo non fa nulla per correre ai ripari – spiega il presidente Carlo Rienzi – I dati dell’Istituto di statistica sulle vendite di maggio sono particolarmente allarmanti perché attestano non solo un forte calo degli acquisti, ma anche una pesante riduzione della spesa delle famiglie per i beni alimentari. Gli italiani non comprano più nemmeno beni indispensabili come io cibo, le cui vendite su base annua diminuiscono del -1,1% in valore e -1,4% in volume”.
“Su tale situazione estremamente negativa pende inoltre la spada di Damocle dell’aumento dell’Iva – aggiunge Rienzi – Se il Governo non saprà impedire l’incremento delle aliquote, le vendite al dettaglio subiranno una ulteriore contrazione con conseguenze disastrose per il commercio”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

In occasione della Regata Storica che si svolgerà domenica 1.

Sono ore decisive per il futuro del Paese. È aperta

“La crisi di governo, oltre ad aprire una fase di

“E’ il tempo del lutto (12 morti sulle strade in

Il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti è

“Fulgore della notte”: il romanzo d’esordio di Omar Viel in

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.