La Basilicata è l’emblema della riforma sull’attuazione dell’autonomia differenziata

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
boccia

Chi ama l’Italia e le aree interne non può non ripartire dalla Basilicata. La conosco molto bene e può rappresentare il simbolo del lavoro che stiamo facendo sull’autonomia. Abbiamo voluto creare una cintura di sicurezza per l’intero Paese ed è un nostro impegno far sì che le risorse arrivino naturalmente anche nei luoghi in cui c’è una più bassa densità economica e di impresa. Lo Stato quando investe ha il dovere di ripartire dalle aree interne e dalla aree di montagna. Se non lo fa lo Stato, lo spopolamento è inevitabile.

Proprio oggi a Gioia Tauro il presidente del Consiglio Conte con il ministro per il Sud, Peppe Provenzano, e la ministra della Scuola, Lucia Azzolina, stanno dicendo con grande chiarezza che bisogna partire dalle aree interne e dalle aree meno sviluppate per alcuni servizi oggi non garantiti a tutti, a partire dalla scuola a tempo pieno ovunque.

📍 Oggi a Potenza ho incontrato il Presidente della Regione Basilicata Vito Bardi, la giunta regionale e i gruppi consiliari.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

Ecco quello che abbiamo fatto con il fumetto “Proteggi il

Domenica 5 maggio, il Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura

Assessore Piani: la Regione investe in formazione operatori e sensibilizzazione

“L’evasore è un patriota che difende la sua azienda e

Un leggera invasione di carreggiata, in un tratto in discesa

Fino a 400 miliardi di euro di liquidità, che aggiunti

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.