La “Bellezza” del Parco Adamello Brenta diventa sempre più “Accessibile”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
parco

Dieci ragazzi di Anffas Tione di Trento hanno inaugurato ieri mattina il progetto “Bellezza Accessibile” di Parco Adamello Brenta, Accademia della Montagna e Parco Fotografico Trentino, percorrendo l’itinerario “Un sentiero per tutti” in località Nudole in Val di Daone. Nudole è il primo dei luoghi, accessibili anche a persone con disabilità, che sono stati e saranno censiti all’interno dell’area protetta e saranno promossi attraverso eventi con l’accompagnamento dell’assistente ambientale del Parco Adamello Brenta e un fotografo del paesaggio.

I ragazzi dell’Anffas di Tione ieri mattina sono stati gli apripista di due importanti progetti di inclusione sociale ai quali partecipa anche il Parco Naturale Adamello Brenta: “Natura Senza Barriere” e “Bellezza Accessibile”.

Per questo fine settimana, la Onlus FederTrek ha promosso in tutta Italia l’evento “Natura Senza Barriere”: due giornate che hanno in programma 25 iniziative di escursionismo nella natura, adatte anche a persone con disabilità. Il Parco ha aderito, cogliendo l’occasione anche per lanciare il progetto “Bellezza Accessibile” che è in corso di definizione insieme al Parco Fotografico Trentino e all’Accademia della Montagna del Trentino.

Sintetizzando al massimo, “Bellezza Accessibile” si può così descrivere: “l’individuazione, descrizione e catalogazione di una serie di percorsi (sentieri/strade bianche) che possano essere definiti “accessibili” o praticabili alle persone disabili; percorsi attraverso i quali i luoghi definiti ”della bellezza” possano essere da loro raggiunti per poter essere ammirati, vissuti e fotografati“.

“E’ un riconoscimento al Parco Adamello Brenta – ha commentato Iva Berasi, Direttrice di Accademia della Montagna – per la sensibilità verso i temi dell’accessibilità e per le azioni messe in atto per garantire a tutti la fruizione della bellezza naturale e paesaggistica. Con il progetto “Bellezza Accessibile” realizzato con il fotografo e scrittore Alberto Bregani, ideatore del Parco Fotografico Trentino, abbiamo voluto mettere a disposizione anche delle persone con disabilità la bellezza delle nostre montagne e dei nostri borghi ed insegnare loro a immortalarla con l’obiettivo. Sono stati individuati dei luoghi dello sguardo, della bellezza, da dove riprendere gli scorci più belli. Con questa idea è stato vinto ad aprile anche il Premio speciale Fiaba, assegnato dall’Associazione UniVerde in occasione della Giornata della Terra 2019 che vede il Parco Naturale Adamello Brenta come area protetta che si è maggiormente distinta per i progetti di accessibilità. Il progetto Montagna Accessibile di Accademia della Montagna prosegue così su più fronti per fare del Trentino una destinazione turistica per tutti.”.

Il gruppo di dieci ragazzi dell’Anffas, affiancato da un assistente ambientale del Parco, Michele Zeni, e da un appassionato fotografo locale, Angelo Davorio, ha percorso quindi il primo dei luoghi più belli e adatti che sono stati censiti: l’itinerario “Un sentiero per tutti” in località Nudole in Val di Daone. Questo sentiero è stato realizzato nel 2015 proprio per essere fruito anche da persone con disabilità, soprattutto con ridotta capacità motoria e non vedenti. E’, infatti, completamente pianeggiante, sbarrierato, dotato di bordi “batti-bastone” e fondo liscio. Inoltre, i testi dei pannelli guidati sono tradotti anche in Braille mentre le fotografie sono stampate in rilievo.

Oltre a Nudole, si stanno individuando altri itinerari, con le stesse caratteristiche, nelle vicinanze di strutture che possano offrire anche servizi adeguati a questo tipo di “clientela”. Per il momento sono stati approvati il Lungolago di Tovel, il Lungolago di Molveno, Malga Ritort, il Sentiero “Amolacqua” in Val Nambrone e diverse tappe lungo la Val Genova (Ponte Verde–Cascate Nardis; Ponte Rosso–Malga Genova; Ragada; Malga Caret; piana di Bedole).

Nel corso dell’estate 2019 verranno quindi proposte in questi luoghi altre escursioni come quella di Nudole, aperte a tutti (gruppi organizzati e non, anche fuori provincia). Accompagnati da guide esperte e da fotografi di paesaggio, i partecipanti potranno fotografare e vivere la natura dell’area protetta, senza difficoltà.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Ti potrebbero interessare

I cambiamenti climatici hanno causato danni per 14 miliardi all’agricoltura

Pistoia – I militari del Comando Provinciale della Guardia di

Jeff Bezos, il creatore di Amazon, è diventato l’uomo più

“La birra toscana attualmente in commercio è prodotta entro i

Oggi a Roma è stato confiscato in via definitiva il

È stata somministrata questa mattina all’ospedale Spallanzani di Roma, la

Chiudi il menu
ArabicEnglishFrenchGermanItalianRomanianSpanish
Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, accetti l’uso dei cookie.